Venti forti in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

Fino alle 22 di martedì 11 febbraio

(foto Ansa)

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un'allerta meteo per venti forti e mare agitato valevole a partire dalle 16 di lunedì 10 febbraio fino alle 22 di martedì 11.

L'avviso riguarda le zone 1, 2, 3, 4, 5 (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno e Matese; Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Zona 4: Alta Irpinia e Sannio; Zona 5: Tusciano e Alto Sele) con qualche differenza.

I venti saranno generalmente forti dai quadranti occidentali. Le aree maggiormente interessate saranno quelle appenniniche della Campania centro-settentrionale dove si prevedono "venti forti da Ovest-Sud-Ovest con locali raffiche, in attenuazione dal pomeriggio dell'11 febbraio". Sulla fascia costiera, con particolare riferimento alle Isole del Golfo e alle coste esposte "possibili forti raffiche dai quadranti occidentali, a partire dalla serata di lunedì. Mare agitato con possibili mareggiate".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Protezione Civile della Regione Campania raccomanda alle autorità competenti "di attivare il monitoraggio del verde pubblico e delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

  • Igiene orale e difese immunitarie: qual è la connessione?

  • Coronavirus, il bel gesto del portiere napoletano Sepe: non chiede gli affitti ai suoi inquilini

Torna su
NapoliToday è in caricamento