Mascherine: il prezzo giusto per Federfarma Napoli

Ecco i prezzi a cui saranno messi in vendita i DPI nelle farmacie aderenti all'Associazione

Nell’imminente Fase 2, le mascherine entreranno a far parte obbligatoriamente del nostro abbigliamento quotidiano.

Mentre si parla di un prezzo fisso per le mascherine a livello nazionale, come ipotizzato dal Commissario Arcuri, per calmierare i prezzi, schizzati a cifre da capogiro soprattutto nei primi giorni dell'epidemia, interviene Federfarma Napoli, l’associazione sindacale che raggruppa le farmacie di Napoli e Provincia, offrendo ai cittadini la possibilità di acquistare lo stesso prodotto allo stesso prezzo in tutte le farmacie aderenti. ù

A partire da oggi, quindi, in tutte le farmacie aderenti di Napoli e provincia aderenti alla sigla

- le mascherine chirurgiche saranno in vendita al prezzo di €1,30 (attualmente si trovano intorno ai 2 euro)

- le mascherine modello FFP2/Kn95 costeranno €4,90 (a fronte di un prezzo che va da 6 a 8 euro circa).

Abbiamo acquistato alcune centinaia di migliaia di mascherine - spiega Michele Di Iorio, Presidente di Federfarma Napoli - così da riuscire ad ottenere un prezzo migliore sul mercato; una sorta di Gruppo di Acquisto Solidale, il cui beneficio ricadrà sulla cittadinanza. In questo mese e mezzo abbiamo avuto offerte di prodotti a cifre tra le più disparate da parte di ditte, spesso improvvisate: ecco perché l’offerta al pubblico ha visto una forbice di prezzo così ampia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Resta intanto da risolvere la questione dell'IVA sui DPI. Il Presidente di Federfarma Napoli spiega: “il primo che ha fatto affari con le mascherine è lo Stato, se pensiamo che per ogni cento milioni spesi dai cittadini in guanti e mascherine 22 sono andati alle casse pubbliche sotto forma di IVA. Fin da subito abbiamo intuito che sarebbe stato un momento di consumismo determinato dalla criticità. La speculazione che c’è stata poteva essere limitata con un passaggio immediato dell’IVA al 4%: sarebbe stato un segnale con il quale il Governo avrebbe potuto prevedere una moratoria sul prezzo delle mascherine stesse. Peccato che l’emendamento presentato in Parlamento sia caduto nel vuoto; Federfarma continuerà ad insistere su questo punto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cuore di Napoli, muore a 30 anni l'attore O' gemello

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • Uomo investito mentre attraversa sulle strisce pedonali: la scena ripresa dalle telecamere (VIDEO)

  • Quindicenne investita, la verità nella scatola nera dell'auto. Il 21enne: “Sono distrutto”

  • La tragedia di Maya: travolta e uccisa a 15 anni su piazza Carlo III

  • Tony Colombo si esibisce a Torre del Greco: centinaia di persone si scatenano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento