Mascherine antivirus lavabili e riutilizzabili: ecco dove acquistarle scontate

Come scegliere la giusta mascherina per difendersi dal CoVid e gli sconti speciali per i lettori di NapoliToday

La mascherina è il nostro più prezioso alleato contro il Coronavirus. Per questo nella fase 2 diventa obbligatoria praticamente in tuti i momenti della vita sociale consentita: sui mezzi del trasporto pubblico, nei negozi (per i commessi sempre, anche per i clienti quando non è possibile il distanziamento minimo), nei luoghi di lavoro e nei luoghi chiusi accessibili al pubblico dove non è possibile mantenere le distanze interpersonali e, nella nostra regione , anche per gli spostamenti per strada. E' dunque evidente l'importanza di scegliere il dispositivo più adatto alle specifiche esigenze.

Come avere mascherine riutilizzabili lavabili scontate del 15%

Quando usare la mascherina

Se sono fondamentali per gli operatori sanitari, gli assistenti sociali e tutti coloro che - per lavoro o necessità - entrano in contatto con estranei, non è ancora molto chiaro a tutti che in questa fase dell'epidemia le mascherine andrebbero sempre utilizzate nei contesti in cui vi è possibilità di circolazione del virus e comunque dove non è possibile mantenere le distanze interpersonali.

I diversi tipi di mascherine

Non tutte le mascherine proteggono allo stesso modo. In particolare esistono:

  1. Mascherine semplici, a uso igienico: utilizzate in alcuni contesti aziendali o industriali, sono un prodotto generico, non previsto per l’utilizzo sanitario e quindi non sottoposto alle stesse norme delle mascherine chirurgiche o dei filtranti facciali.
  2. Mascherine chirurgiche, per uso medico: sono composte da tre strati di tessuto-non-tessuto plissettato, e si indossano  grazie a elastici o lacci. Devono rispettare precisi requisiti tecnici e superare alcuni test specifici che ne attestano l'efficacia.
  3. Maschere filtranti, dette anche filtranti facciali per la protezione individuale (da cui FFP): Sono i veri e propri dispositivi di protezione individuale e, per questo, devono rispettare una normativa rigorosa che ne certifica la capacità di bloccare il passaggio di particelle di dimensioni estremamente piccole, evitando la contaminazione da aerosol e fumi pericolosi.

La loro efficacia filtrante viene indicata con sigle FF da P1 a P3 a seconda della capacità - crescente - di protezione.

In ambito sanitario, in particolare, vengono usate le FFP2 e le FFP3 che hanno un’efficacia filtrante rispettivamente del 94% e del 99% e sono le più indicate per bloccare i virus.

Il tipo monouso deve essere gettato dopo un turno di utilizzo o dopo un determinato numero di ore.

Attenzione: qualsiasi mascherina si indossi, è sempre indispensabile non abbassare mai il livello di guardia e rispettare  tutte le norme igieniche previste per contrastare la diffusione del coronavirus, come lavarsi spesso le mani, tossire e starnutire nell'incavo del gomito, soffiarsi il naso usando fazzoletti monouso.

Dove acquistare mascherine in tessuto R-PET riutilizzabili a prezzi scontati fino al 15%

Per i lettori di NapoliToday è possibile acquistare on-line le mascherine in tessuto R-PET (Pet riciclato o Pet polimero) lavabili e riutilizzabili, con uno sconto fino al 15% e spedizione gratuita in tutta Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come togliere le mascherine 

Anche su questo punto è necessario fare chiarezza:

  1. innanzitutto le mascherine, di qualsiasi tipo, vanno maneggiarte solo dagli elastici e mai dalla parte anteriore, su cui potrebbe essere presente il virus.
  2. quando si tolgono, va poi tenuta nella giusta considerazione la possibilità che siano contaminate: dunque non vanno assolutamente tolte in cucina o camera da letto. Meglio scegliere una "zona di decontaminazione" all'ingresso della casa, e predisporre un apposito sostegno su cui lasciare il dispositivo se riutilizzabile, ovvero un contenitore richiudibile in cui gettarlo assieme ad eventuali guanti monouso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv? Arriva il chiarimento

  • Lutto nel cuore di Napoli, muore a 30 anni l'attore O' gemello

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • Temporali d'agosto in arrivo a Napoli: temperature giù di 10 gradi

  • Ritrovata dopo 24 ore di ricerche, Claudia è in coma farmacologico

  • I 5 migliori ristoranti di pesce di Pozzuoli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento