menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto d'armi: come richiedere il rinnovo a Napoli

Scadenze, documenti e costi per il rinnovo del porto d'armi

Per possedere un’arma è necessaria un’autorizzazione, che varia in base al tipo di utilizzo cui è destinata:

Uso sportivo

Ha una validità di 5 anni ed è rilasciata dal Questore.

Permette di esercitare il tiro a volo e il tiro a segno. Per ottenerla è necessario essere iscritti presso una sezione di tiro a segno nazionale o presso un'associazione di tiro iscritta ad una federazione sportiva affiliata al CONI.

Per trasportare le armi dalle Sezioni di tiro al luogo di detenzione e viceversa è necessario inoltre essere in possesso della vidimazione della carta di riconoscimento.

Come rinnovare il Porto d'armi per uso sportivo

Questa licenza si rinnova presentando intempo utile, prima della scadenza, apposita domanda con allegata la stessa documentazione occorrente per il rilascio con le sole eccezioni della certificazione relativa all'idoneità al maneggio delle armi e della dichiarazione di non essere stato riconosciuto "obiettore di coscienza" (oppure l'istanza di revoca dello status di obiettore, trasmessa all'Ufficio Nazionale per il servizio civile).

Uso venatorio

La validità dell'autorizzazione è di 5  anni e riguarda il porto di fucile per uso di caccia nei periodi di apertura della stagione venatoria. Per ottenerla (primo rilascio) è necessario sostenere un esame dinnanzi ad una commissione provinciale di nomina regionale. L'esame andrà ripetuto in caso di ritiro, per qualsiasi motivo, della licenza.

Le materie d'esame sono:

  • Legislazione venatoria
  • Zoologia applicata alla caccia con prove pratiche di riconoscimento delle specie cacciabili
  • Armi e munizioni da caccia e relativa legislazione
  • Tutela della natura e principi di salvaguardia di produzione agricola
  • Norme di pronto soccorso

Come rinnovare il Porto d'armi per uso venatorio

Nel periodo di validità (5 anni) è necessario il pagamento annuale della tassa di concessione governativa.

Per la domanda di rinnovo, che deve essere presentata prima della scadenza, va prodotta la stessa documentazione prevista per il rilascio, ad eccezione della certificazione attestante l'abilitazione all'esercizio dell'attività venatoria, la certificazione relativa all'idoneità al maneggio delle armi e la dichiarazione di non essere stato riconosciuto "obiettore di coscienza" (oppure l'istanza di revoca dello status di obiettore, trasmessa all'Ufficio Nazionale per il servizio civile).

Denuncia detenzione e cessione

Quualsiasi arma di cui si viene in possesso - per acquisto, cessione a qualsiasi titolo o eredità  - deve essere immediatamente denunciata alla Questura o al Commissariato di zona, oppure alla stazione Carabinieri competente per territorio. La denuncia va dunque  presentata ogni qualvolta si viene in possesso di armi e cartucce:

  • per acquisto personale o per eredità;
  • quando si cedono armi e cartucce a terzi;
  • per variazione del luogo di detenzione delle armi e delle cartucce. 

Non autorizza a portare le armi possedute fuori dal luogo di detenzione.

E' possibile detenere fino ad un massimo di 3 armi comuni da sparo, 12 armi sportive e un numero illimitato di fucili da caccia. Per avere la possibilità di detenere un numero maggiore di armi, occorre la licenza di collezione rilasciata dal Questore che consente di detenere una quantità illimitata di armi di cui, però, non è possibile avere il munizionamento.

Autorizzazione all'acquisto

Serve per poter comprare armi da sparo e munizioni e per trasportarle fino al domicilio

Licenza per collezione

Ha carattere permanente, quindi non deve essere rinnovata.

Permette la detenzione, ma non il porto, di armi corte e lunghe, senza consentire di detenerne le relative munizioni. La licenza può essere rilasciata anche per una sola arma comune da sparo.

Sono considerate armi antiche quelle ad avancarica e quelle fabbricate anteriormente al 1890.   

Carta europea

Estende la validità delle autorizzazioni concesse in Italia ai paesi della Comunità europea

Difesa personale

L'autorizzazione va rinnovata ogni anno ed è rilasciata dal Prefetto. E' necessario inoltre avere un "Libretto Personale" che va rinnovato ogni 5 anni.

Consente di portare l'arma con sé, fuori dalla propria abitazione.

Come rinnovare il Porto d'armi per difesa personale

La licenza di porto d'armi per difesa personale deve essere rinnovata a cadenza  annuale presentando direttamente o inviando apposita domanda  preferibilmente 60 giorni prima della scadenza alla Prefettura - U.T.G. della provincia in cui l'istante ha la residenza.. 

Documentazione richiesta

Per il rinnovo del Porto d'Armi per difesa personale occorre

  1. Istanza in bollo (? 16,00) indirizzata al Prefetto e sottoscritta dall'interessato tramite i presidi territoriali di residenza (Commissariati P.S. o Comandi Stazione C.C.), con indicazione dei seguenti dati: codice fiscale - residenza - CAP - recapito telefonico o fax o e-mail;
  2. dichiarazione sostitutiva di certificazione con l'indicazione dei componenti del nucleo familiare e relativo codice fiscale di tutti i componenti;
  3. attestazione di versamento di €. 115,00 sul c/c 8003 intestato all'Agenzia delle Entrate - Centro Operativo di Pescara Tasse Concessioni Governative;
  4. certificato medico in bollo rilasciato dagli Uffici Medico-Legali o dai Distretti Sanitari delle A.S.L. locali o dalle strutture sanitarie militari e della polizia di Stato ai sensi dell'art.2 del Decreto Ministero Sanità del 28/04/1998; 5
  5. fotocopia dell'ultima denunzia dei redditi, personale o dell'impresa (facoltativa), per documentare il volume d'affari del richiedente stesso o della sua ditta, nel caso in cui la richiesta della licenza di porto d'arma è avanzata per motivi di carattere economico, finanziario o patrimoniale.
  6. fotocopia della licenza in corso di validità.
  7. autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 attestante il possesso dell'abilitazione al maneggio delle armi rilasciato da una sezione dell'Unione Italiana di Tiro a Segno con la specifica della data del rilascio e del relativo numero di iscrizione (il conseguimento dell'abilitazione non deve essere antecedente ai 10 anni). Tale dichiarazione dovrà essere prodotta anche da coloro che hanno prestato servizio militare nei dieci anni precedenti alla presentazione della richiesta del porto d'armi.

In caso di rinnovo del solo Libretto Personale, per scadenza quinquennale serviranno:

  • a) Istanza in bollo (? 16,00) indirizzata al Prefetto e sottoscritta dall'interessato tramite i presidi territoriali di residenza (Commissariati P.S. o Comandi Stazione C.C.), con indicazione dei seguenti dati: codice fiscale - residenza - CAP - recapito telefonico o fax o e-mail;
  • b) due fotografie formato tessera, di cui una autenticata o da autenticare (in presenza dell'interessato munito di documento di riconoscimento);
  • c) attestazione di versamento di €. 1,27 sul c/c 3814 intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato di Napoli (indicando la causale: "costo libretto porto pistola").

Come Dove Quando effettuare la visita per il rilascio del certificato medico 

A Napoli è possibile effettuare la visita per il rilascio della certificazione recandosi presso la Unità Operativa di Medicina Legale

  • Distretto 24, via Chiatamone 33, tel. 081 2547045-7046; pec: medicinalegale.ds24@pec.aslna1centro.it
  • Distretto 25, via Degni 25, tel. 081 2548185-8200; pec: medicinalegale.ds25@pec.aslna1centro.it
  • Distretto 26, via C. Scherillo 12, tel. 081 2548315, pec: medicinalegale.ds26@pec.aslna1centro.it
  • Distretto 27, via S. Gennaro ad Antignano 42 - piano zero, tel. 081 254 9779 (med legale) 254 9776-9778 (inv. civili); pec: medicinalegale.ds27@pec.aslna1centro.it
  • Distretto 28, viale della Resistenza 25, tel. 081 2546535-6532; pec: medicinalegale.ds28@pec.aslna1centro.it
  • Distretto 29, Calata Capodichino 230, tel. 081 2546110-6050; pec: medicinalegale.ds29@pec.aslna1centro.it
  • Distretto 30, via Janfolla 446, tel. 081 2546802-6810-6812; pec: medicinalegale.ds30@pec.aslna1centro.it
  • Distretto 31, via A. Vespucci 9, 081 2543017;pec: medicinalegale.ds31@pec.aslna1centro.it
  • Distretto 32, via B. Quaranta 2/b, tel. 081 2543735; pec: medicinalegale.ds32@pec.aslna1centro.it
  • Distretto 33, via Acquaviva 43/45, tel. 081 2549132; pec: medicinalegale.ds33@pec.aslna1centro.it
  • Isola di Capri, via delle Botteghe 30, tel. 081 8381235. Per l'invalidità civile: 081  2549077

Documentazione necessaria per ottenere ilcertificato medico

  1. Attestazione del versamento di euro 34,77 (euro 28,50 + IVA 22%) su C/C n° 41136177
  2. Marca da bollo di euro 16,00.
  3. Documento di riconoscimento valido.
  4. Visita psichiatrica.
  5. Visita ORL con esame audiometrico.
  6. Visita oculistica.
  7. Esami tossicologici.
  8. Autocertificazione del possesso/non possesso dello status di soggetto invalido (civile, di servizio, di lavoro, di guerra, INPS, etc) .
  9. Certificato anamnestico compilato da un medico di fiducia, come da modello ministeriale, con data non anteriore a 3 mesi.

All'atto della visita potranno essere richiesti ulteriori accertamenti clinici e strumentali.

Il costo degli accertamenti diagnostici e clinici richiesti è a totale carico dell'interessato (D.P.C.M. 28 novembre 2003  e successive modifiche)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento