menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cosa serve prima di far volare un drone

Regole e divieti per il nuovo "giocattolo" più ambito dai fotoamatori

Anche a Napoli si stanno sempre più diffondendo i droni cosiddetti "da diporto", cioè utilizzati da non professionisti per scattare fotografie o realizzare video.

Prima di far volare il tuo drone per scattare foto mozzafiato di monumenti e paesaggi oppure di feste e party sensazionali, ecco cosa devi sapere:

Il patentino: senza aver preventivamente conseguire l'apposito "patentino" - ovvero uno specifico attestato di competenza - puoi far alzare in volo solo droni che pesano meno di 250 grammi.

Divieti: ci sono precise restrizioni al volo dei droni. In particolare, non possono essere fatti volare sopra edifici governativi e carceri né in prossimità degli aeroporti. Attenzione:  dal 1 giugno al 30 settembre è espressamente vietato far volare il drone sopra le spiagge  entro 100 m da entrambi i lati della linea di costa.

Le mappe delle zone vietate possono essere consultate gratuitamente previa registrazione sul portale d-flightdel Gruppo ENAV S.p.A., la società italiana di navigazione aerea.    

Tutte le informazioni dettagliate, i regolamenti e le normative possono essere scaricate dal sito dell'ENAC, l'Ente nazionale per l'aviazione civile.

Assembramenti di persone: il drone non può essere fatto volare sugli assembramenti, ovvero su "raduni di persone in cui è impossibile disperdersi a causa dell’elevata densità dei presenti”. Il drone dunque non può sorvolare cortei, manifestazioni sportive o spettacoli o comunque aree dove ci sono concentrazioni inusuali di persone. La regola si applica anche al volo in spazi chiusi.

 La privacy: se non hai con te centinaia di liberatorie da far firmare alle persone che filmerai e/o fotograferai con il drone, ricorda che chi non ha espresso esplicito e preventivo consenso, attestando di conoscere i rischi potenziali connessi al passaggio dell'apparecchio, potrà essere sorvolato solo per un tempo "ragionevolmente limitato": significa molto poco.

Assicurazione: in genere quando si acquista un "giocattolo" costoso come un drone il primo pensiero è di assicurarlo contro eventuali rotture: non va sottovalutata l'eventualità, però, che se il drone cadesse potrebbe - oltre che danneggiarsi - anche ferire qualcuno. Per ora la polizza RC non è obbligatoria, ma è sicuramente consigliabile.

Velocità: le norme UE impongono un limite di velocità ai droni. I modelli certificati sono tarati per non superare la velocità massima consentita.

Per sapere quali sono i migliori droni del 2019 clicca qui

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Esplosione ai Colli Aminei, distrutto un negozio

  • Cronaca

    Lite finisce nel sangue, uomo ucciso a colpi di cric

  • Cronaca

    Riaprono i negozi: "Pochi clienti e molte attività sono già fallite"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento