Come si diventa scrutatori a Napoli

I documenti e i requisiti necessari per entrare a far parte dell'Ufficio preposto alle operazioni di voto e scrutinio

Essere uno scrutatore significa far parte dell'ufficio elettorale preposto alle varie operazioni di voto e scrutinio. Gli scrutatori, in particolare, compiono gli atti concernenti le operazioni di autenticazione (firma) delle schede, identificazione degli elettori, scrutinio, e provvedono a recapitare i plichi contenenti gli atti relativi alle operazioni di votazione e di scrutinio della sezione.

Per tutta la durata dell'incarico, essere scrutatore comporta la qualifica di pubblico ufficiale con tutti gli obblighi di legge che ne derivano.

Come si diventa scrutatore

Per poter svolgere l’ufficio di scrutatore la legge richiede l'iscrizione nelle liste elettorali, il possesso di requisiti di idoneità e l'iscrizione nell'apposito Albo degli scrutatori tenuto presso ciascun Comune.

Qual è l'Ufficio preposto a Napoli Per essere inseriti nell'Albo Comunale degli scrutatori è necessario presentare apposita domanda, entro il mese di novembre di ciascun anno. A Napoli la domanda va presentata al Servizio Elettorale, che si trova in 2a traversa via dell'Epomeo-Parco Quadrifoglio, 3° piano (fax 081 7958491 e 081 7958507; mail scrutatori.presidentiseggio@comune.napoli.it: PEC scrutatori.presidentiseggio@pec.comune.napoli.it).

I documenti Alla domanda deve essere allegato un documento di riconoscimento in corso di validità

Come compilare la domanda Nella domanda bisogna riportare nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza e indirizzo mail oppure pec ed è necessario autocertificare espressamente di:

  1. essere elettore del Comune di Napoli;
  2. avere assolto agli obblighi scolastici, indicando la data e l'istituto presso il quale è stato conseguito il titolo di studio (scuola media inferiore);
  3. non trovarsi nelle condizioni di cui all'art. 23 del Testo Unico delle leggi per la composizione e l'elezione degli Organi delle Amministrazioni comunali, approvato con D.P.R. 16 Maggio 1960, n. 570 ed all'art. 38 del Testo Unico delle Leggi recanti norme per l'elezione della Camera dei Deputati, approvato con D.P.R. 30 Marzo 1957, n. 361.

Chi non può fare lo scrutatore Sono esclusi dalla funzione di scrutatore di seggio elettorale:

  • i dipendenti del Ministero dell'Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti;
  • i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti;
  • i segretari comunali e i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali;
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione;
  • gli appartenenti a Forze Armate in servizio.

L'iscrizione effettiva nell'albo degli scrutatori avviene entro il 15 gennaio dell'anno successivo alla presentazione della domanda.

Lo scrutatore resta iscritto nell’albo fino a perdita dei requisiti oppure a richiesta di cancellazione.

Gli scrutatori vengono nominati dalla Commissione Elettorale Comunale tra il 25° e il 20° giorno antecedente la data del voto, in pubblica adunanza, previo avviso pubblicato 2 giorni prima della riunione della Commissione Elettorale Comunale. La legge che regola la materia non individua i criteri sulla cui base deve avvenire la scelta degli scrutatori, fatta salva, ovviamente, l'iscrizione nell’Albo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento