Giovedì, 23 Settembre 2021
Guida

Il Coronavirus può aggredire anche il cuore: l'allarme dei cardiologi

Il Co-vid-19, come l'inflluenza, può determinare gravi conseguenze a livello cardiocircolatorio.

Il Coronavirus, come l'influenza, può aggredire anche il cuore, determinando a vari livelli un’instabilità emodinamica e una compromissione delle condizioni generali.

Come altre malattie febbrili, in particolare, il CoVid-19 può determinare incrementi anche molto rilevanti della frequenza cardiaca (uno dei principali determinanti del fabbisogno di ossigeno da parte del cuore) comportando un cosiddetto “stato ipercinetico” del sistema circolatorio per cui il sangue deve essere pompato con maggior celerità.

Il soggetto cardiopatico è quindi più vulnerabile nei confronti delle possibili complicanze (soprattutto respiratorie) del Coronavirus proprio come della sindrome influenzale, in particolare in presenza di insufficienza cardiaca e/o co- morbilità come il diabete o le malattie polmonari croniche, come dimostrano i dati.

A lanciare l'allarme è la fondazione Angelo De Gasperis - Dipartimento Cardiotoracovascolare De Gasperis dell’Ospedale Niguarda di Milano: «Dobbiamo diffondere queste conoscenze» spiega il presidente Benito Benedini. «In questo momento drammatico per l'Italia - aggiunge - la corretta informazione allunga la vita».

In attesa del vaccino o della terapia definitiva, anche per i cardiopatici, a qualsiasi livello, quindi, la raccomandazione é di limitare i contatti interpersonali al minimo indispensabile e di seguire tutte le istruzioni per l’igiene delle mani e del respiro. 

Continuano in tutta Italia, intanto, le raccolte fondi per gli ospedali allo stremo. Ogni postazione di terapia intensiva ha un costo medio di circa 70mila euro (per chi volesse contribuire, questo è il link per il Dipartimento Cardiotoracovascolare De Gasperis dell’Ospedale Niguarda di Milano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Coronavirus può aggredire anche il cuore: l'allarme dei cardiologi

NapoliToday è in caricamento