Sabato, 16 Ottobre 2021
Anziani

Assegno di cura: cos'è e chi ne ha diritto

La misura per incentivare la cura in casa delle persone non autosufficienti

L’assegno di cura è una misura di sostegno a carattere economico destinata a chi assiste in casa un familiare, generalmente un anziano, non autosufficiente.

L'obiettivo del contributo economico è di favorire l’assistenza da parte della famiglia come scelta d’elezione: è infatti previsto come alternativa all'inserimento stabile in strutture residenziali.

I criteri generali per l'utilizzo delle risorse destinate alla specifica misura sociale sono di competenza delle Regioni, materialmente l’assegno viene però erogato dagli enti territoriali, cioè Comuni e/o Municipalità, sulla base di una valutazione multidimensionale svolta dai servizi competenti, attraverso gli assistenti sociali.

A ricevere l'assegno possono essere familiari o congiunti che mantengono la persona non autosufficiente nel proprio ambiente garantendo direttamente o avvalendosi dell'intervento di terzi, prestazioni socio-assistenziali oppure, anche, la stessa persona non autosufficiente se in grado di prendere e gestire le decisioni che riguardano la propria assistenza e la propria vita.

L’ammontare dell’assegno di cura  è normalmente collegato all’Isee del nucleo familiare, come identificato dal comma 2 dell’art. 6 del DPCM 159/2013, in relazione alla gravità delle condizioni di non autosufficienza e delle necessità assistenziali. Se la persona non autosufficiente è già titolare di indennità di accompagnamento o indennità analoga, erogata dall'Inps, dall'Inail o da altri enti, l’importo del contributo economico si riduce.

Per quanto riguarda Napoli in particolare, il Piano di Azione e Coesione (PAC), di competenza del Ministero per la Coesione Territoriale, avviato nel 2011, prevedeva un Piano Nazionale di Servizi di Cura all'infanzia e agli anziani non autosufficienti (PNSCIA) che aveva come beneficiari diretti i cosiddetti Ambiti Territoriali ovvero le dieci Municipalità cittadine: "I servizi agli anziani ultra sessantacinquenni non autosufficienti – è spiegato nell’apposita sezione del sito del Comune di Napoli - sono destinati all'aumento della presa in carico di anziani in assistenza domiciliare, assicurando un adeguato livello di prestazioni socio-assistenziali, o ad un aumento e qualificazione dell’offerta di servizi residenziali e semiresidenziali. Le attività finanziate con i fondi del 1° Riparto si sono concluse nel corso del secondo semestre del 2016, mentre quelle del 2° Riparto finanziario sono state prorogate al 30 giugno del 2019". Allo stato non risultano reperibili ulteriori notizie. L’ente si limita infatti a segnalare che “i documenti sono in fase di elaborazione”.

Dove rivolgersi per chiedere informazioni:

Arenella
Via G. Gigante, 242 (c/o S.A.C.)
081/7950160/61/62 FAX:081/7950136
Avvocata - Montecalvario - S.Giuseppe-Porto
Piazza Dante 93
081/7950260/61/62/63 FAX:081/7950236
Bagnoli
Via Diocleziano 330
081/7950760/61/62 FAX:081/7950736
Barra
Corso Sirena,305
081/7950442/43 FAX:081/7950436
Chiaia -San Ferdinando - Posillipo
Piazza S. Maria degli Angeli a Pizzofalcone,1
081/7951760/61/62 FAX:081/7951736
Chiaiano
Corso Chiaiano, 50
081/7950019/15 FAX:081/7950641
Fuorigrotta
Via Diocleziano 330
081/7950762/63 FAX:081/7950736
Mercato Pendino
Corso Garibaldi 394
081/7950860/61/62 FAX 081/7950836
Miano
via Valente 65
081/7950960/61/62 FAX:081/7950936
Pianura
Via Parroco Simioli, 6
081/7951060/61/62
Piscinola - Marianella
Via E. Scaglione 464
081/7959352/54/50 FAX:081/7959351
Poggioreale
Via Emanuele Gianturco 99
081/7951360/66 FAX:081/7951336
Ponticelli
Viale E.Heminguay 102 (centro Polifunzionale)
081 7951460 61 62 FAX:081/7748644
San Giovanni
Via Atripaldi,1
081/7951860/61/63/64 FAX:081/7951836
San Lorenzo - Vicaria
Via Tribunali (ex Osp. Pace)
081/7951968/69/70 FAX:081/7951936
San Pietro a Patierno
Corso San Pietro 30
081/7952060/61/62/63 FAX:081/7952036/64
Scampia
Viale della Resistenza, Comparto 12
081/7952160/62/63 FAX:081/7952136
Secondigliano
Piazzetta DEL CASALE A SECONDIGLIANO 6/7
081/7952256 FAX:081/7952219
Soccavo
Piazza Giovanni XXIII, 1
081/7952361/62/63/64 FAX:081/7952379/36
Stella - San Carlo
Via S. Giovanni e Paolo, 125
081/7952560/61/62 FAX:081/7952536
Vomero
Via Morghen, 84
081/7952760/61/62 FAX:081/7952736

La Regione Campania data 03.01.2020 ha pubblicato il Programma regionale di assegni di cura per disabili gravi e gravissimi (indipendentemente, dunque, dall’età) che “prevede l’erogazione di un assegno di cura da parte degli Ambiti Territoriali in favore di persone non autosufficienti, al fine di favorirne la permanenza a domicilio e sostenere il carico di cura svolto dai familiari, in sostituzione di altre figure professionali”. Il programma regionale è rivolto alle “persone non autosufficienti in condizione di disabilità per le quali è stato redatto un Piano di Assistenza Individualizzato (P A.I. ) di “Cure Domiciliari” (A.D.I.) da parte dell’ Unità di Valutazione Integrata, e che siano assistite a domicilio”. La dotazione finanziaria stanziata ammonta a complessivi € 16.500.000,00: “La Regione Campania ha assegnato un budget massimo, nel rispetto dei criteri di riparto adottati per l’utilizzo del Fondo per le Non Autosufficienze – Annualità 2016 e dell’importo massimo disponibile sull’Obiettivo Specifico”, è spiegato nell'apposita sezione della piattaforma della Regione Campania.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assegno di cura: cos'è e chi ne ha diritto

NapoliToday è in caricamento