Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Legambiente: "L'aria del Nolano inquinata come in Pianura Padana"

 

Dall'inizio dell'anno la colonnina di San Vitaliano che misura le polveri sottili nell'aria ha già superato 33 volte la soglia consentita dalla legge. "In un intero anno si può superare solo 35 volte - spiega Mariateresa Imparato, presidente di Legambiente Campania - ciò vuol dire che l'aria del Nolano è inquinata come quelle della Pianura Padana che, però, è un'area industriale. Dovrebbe essere trattta come un'emergenza nazionale". 

A Napoli è arrivato il Treno Verde 2019, l'iniziativa dell'associazione green che viaggia lungo lo Stivale per monitorare la qualità dell'aria e promuovere politiche di riduzione dell'inquinamento: "Abbiamo monitorato l'aria in sette punti della città di Napoli. Non c'è una vera emergenza - prosegue il presidente - ma ci sono dei picchi preoccupanti in zone altamente frequentate da persone". 

Motivo per cui, è necessario investire sulla mobilità sostenibile: mezzi di trasporto pubblici, bike sharing e car sharing. Si tratta di settori in cui la città di Napoli non risulta particolarmente all'avanguardia. Basti pensare che è tra le poche grandi città europee a non poter vantare un sistema di utilizzo condiviso di biciclette e automobili: "E' evidente che finora non è stata questa la priorità dell'amministrazione - conclude la Imparato - ma da oggi la mobilità sostenibile deve essere in cima all'agenda". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento