Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un "esercito" di giovani per monitorare la Terra dei fuochi

 

Non sono armati, né bellicosi. Sono venticinque giovani volontari che pattugliano l'area di 90 comuni tra Napoli e Caserta tristemente nota come Terra dei fuochi. Il loro lavoro consiste nel monitorare quanto gli Enti pubblici stanno mettendo in campo per fronteggiare un'emergenza tentennale, che ha messo in ginocchio la popolazione dell'area. 

L'iniziativa prende il nome di "Corpi civili di pace". I giovani hanno svolto un lavoro di mappatura del territorio, analizzando dove sono state realizzate le misure previste dalla legge  e dove no. Ci sono comuni, come quello di Napoli, che sono più avanti, altri che, invece, non hanno realizzato nulla. 

Il gruppo campano ha lavorato prevalentemente sulla presenza di sistemi di videosorveglianza, per smascherare chi sversa abusivamente, e la presenza di siti di stoccaggio. I dati sono stati presentati al Comune di Napoli alla presenza del vicesindaco Raffaele Del Giudice. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento