Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stob Biocidio: "Lockdown continuo per chi inquina"

Sabato 6 giugno, tornano in piazza i comitati ambientalisti: "Terra dei fuochi causa più morti del Covid. Nessun aiuto alle imprese che non tutelano l'ambiente"

 

Non tutto il lockdown viene per nuocere. Il disagio socio-economico causto dall'emergenza Coronavirus è sotto gli occhi di tutti, ma lo stop ha consentito anche di ammirare la bellezza della natura che si è riappropriata dei suoi spazi. Mari e fiumi sono tornati limpidi, l'aria è più respirabile. 

Partendo da questo assunto, la rete Stop Biocidio torna in piazza, a Napoli, il 6 giugno, alle ore 17. Davanti alla sede della Regione Campania, a Santa Lucia, i comitati ambientalisti chiederanno che per le imprese che inquinano venga imposto il lockdown, come quello utilizzato per la pandemia. "Chiedremo anche - siega Raniero Madonna, uno dei portavoce della manifestazione - che per gli imprenditori che non tutelano l'ambiente non ci siano fondi pubblici e che le risorse stanziate per la ripresa vengano investite sull'economia green. Terra dei fuochi miete più vittime del Covid e lo fa da un sacco di tempo. Per questo motivo, il tema va affrontato con la stessa determinazione usata per l'emergenza sanitaria". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento