Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vesuvio, SOS animali: "Così salviamo dalle fiamme le specie a rischio"

 

Ghiri, volpi, faine, ricci. Specie animali di cui il Parco nazionale del Vesuvio era ricco, ma che oggi sono a rischio estinzione a causa dei roghi che hanno distrutto il 60 per cento dell'area protetta. In attesa che le istituzioni muovano qualche passo in direzione della salvguardia ambientale, un gruppo di volontari, ogni domenica, parte in spedizione sui sentieri più impervi del Vesuvio per allestire postazioni di cibo e acqua cui gli animali possano rifocillarsi. "Abbiamo perso almeno due generazioni di animali - spiega Renato Picone - Con l'aiuto di esperti capiamo che tipo di cibo portare e dove piazzarlo. I pochi animali rimasti sono spaesati, si muovono in un deserto di cenere". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento