Trasporti in Campania: -34% di viaggiatori in sei anni

Calo drastico degli utenti del trasporto pubblico con 143mila utenti in meno. I biglietti sono aumentati del 36%

È una caduta vorticosa e senza precedenti quella che riguarda la fuga dei pendolari dal trasporto pubblico in Campania. I dati raccolti da Legambiente in Pendolaria 2016, il rapporto presentato ieri, parlano di un calo di utenti del 34% negli ultimi sei anni. Una crisi senza precedenti che ha visto 143mila persone lasciare il trasporto pubblico. Alla base di questo abbandono di massa ci sarebbero i tagli ai servizi e contemporaneamente l'aumento dei costi.

Se da un lato i servizi ferroviari sono stati tagliati del 15% dall'altro il prezzo dei biglietti è aumentato del 36%. Quasi l'80% dei treni ha oltre 15 anni di vita e addirittura ci sono 81 vetture con un'età media di 19 anni. Attualmente sono 279mila i pendolari che scelgono il servizio pubblico per spostarsi e si trovano ad affrontare una situazione nettamente al collasso. «Una situazione insostenibile e inaccettabile – come evidenzia il presidente di Legambiente Campania, Michele Buonomo, che sottolinea anche – l'aumento di auto in circolazione, più traffico e di conseguenza più smog nelle nostre città».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimagrire velocemente: la dieta Kempner per perdere fino a 20 chili in un mese

  • Il rider rapinato è ancora senza lavoro: rifiutate due offerte

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

  • Acqua, bicarbonato e limone: benefici e controindicazioni

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

Torna su
NapoliToday è in caricamento