rotate-mobile
life

Nel 2100 Napoli sarà sommersa dalle acque: lo studio

Pubblicato su Quaternary Science Reviews, mostra delle mappe delle coste italiane a fine secolo. Pianure costiere sommerse in tutto il paese: 5mila e 500 km quadrati andranno sott'acqua

Come saranno le coste italiane nel 2100? Napoli è a rischio "migrazione climatica", ovvero di finire sotto il livello del mare? Alcuni studiosi hanno pubblicato su Quaternary Science Reviews uno studio che mostra i livelli marini previsti a fine secolo in quattro aree a rischio: il Nord Adriatico, il golfo di Taranto, il golfo di Oristano e quello di Cagliari. La situazione – strettamente connessa ai cambiamenti climatici in corso – è drammatica: sono numerosissime le persone che abitano nelle aree che rischiano di finire sotto il livello del mare oppure a rischio inondazioni.

Secondo il gruppo di studiosi cui si deve la ricerca, tra i quali Fabrizio Antonioli (Research Director al Laboratorio Modellistica Climatica e Impatti dell’ENEA), l’Italia di fine secolo potrebbe apparire molto diversa da quella che conosciamo, arrivando ad avere 5mila e 500 chilometri quadrati di pianure costiere sommerse.

Napoli, naturalmente, è a rischio. “Da qui a qualche decennio l’innalzamento (delle acque, NdR) ci sarà – spiega Antonioli – e su questo non c’è nulla da fare, ma costruendo dighe, idrovore e prendendo provvedimenti adatti sarebbe possibile evitare gli allagamenti”.

Già nel 2015, lo studio pubblicato dall'organizzazione statunitense Climate Central sottolineò numerose città a rischio per i prossimi anni. Assieme a Londra, New York, Shanghai, Hong Kong, Mumbai, Rio, Pisa, Ravenna e Venezia, anche il capoluogo partenopeo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel 2100 Napoli sarà sommersa dalle acque: lo studio

NapoliToday è in caricamento