rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
life

"Piantiamo un nuovo albero a Largo San Giovanni Maggiore": l'appello su Facebook

A lanciarlo è il Kestè. Appello ai cittadini per esprimere così "il dissenso per quanto è accaduto in questa ultima settimana in cui il Cedro del Libano è stato attaccato e ferito a morte, costringendo il Comune ad abbatterlo"

Trovare il miglior modo per ripiantare quanto prima un albero in Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli: questo, l'accorato appello dei gestori del Kestè Art Bar che tramite Facebook invitano tutti i cittadini, domenica, a prendere parte ad un incontro per mettere in campo tutte le idee possibili.

Una risposta simbolica, ma anche concreta, a quanto accaduto pochi giorni fa, quando il Cedro del Libano è stato vandalizzato e danneggiato a tal punto da un gruppo di ignoti da costringere il Comune ad abbatterlo. Nonostante i tentativi di salvare l'albero con un bendaggio, infatti, purtroppo per il cedro non c'è stata possibilità, come ha riferito su Facebook il consigliere municipale Pino De Stasio, che aveva anche per primo denunciato il grave atto vandalico ai danni del fusto.

Ed ecco, per intero, l'appello lanciato dal kestè su Facebook: "Domenica alle 12:00 a Largo San Giovanni Maggiore invitiamo tutta la cittadinanza attiva, gli indignati, i volenterosi, i sostenitori, gli intellettuali e non intellettuali a venire fisicamente in piazza per esprimere il loro dissenso per quanto è accaduto in questa ultima settimana in cui il Cedro del Libano è stato attaccato e ferito a morte, costringendo il Comune ad abbatterlo!
Ci incontreremo per decidere subito, insieme, come fare a piantare un nuovo albero! Passiamo ai fatti, ribelliamoci e dimostriamo che una manciata di delinquetucoli non puo' rovinare il lavoro di bellezza e rivalutazione che stiamo portando avanti da anni! A Largo San Giovanni come in tutta Napoli! Ogni idea o iniziativa potrà prendre vita, facciamo la differenza!"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Piantiamo un nuovo albero a Largo San Giovanni Maggiore": l'appello su Facebook

NapoliToday è in caricamento