Vicenda Pornhub, Valentina Nappi minaccia il ritiro dalle scene

L'attrice pornografica partenopea in un video racconta il terremoto in atto nel mondo delle produzioni video hard

Valentina Nappi

Valentina Nappi in un video su Facebook ha lanciato un appello: centinaia di migliaia di produttori di contenuti per adulti in tutto il mondo rischiano di non vedere più riconosciuto loro un euro a causa del blocco che Visa e Mastercard hanno stabilito nei riguardi di Pornhub.

La star mondiale del porno è stata netta, paventando il suo ritiro dalle scene. Senza troppi giri di parole, l'attrice pompeiana ha spiegato che a partire dal prossimo mese potrebbe non ricevere più un euro dalla piattaforma. Sebbene una parte dei contenuti su Pornhub siano gratis – spiega su Today.it Vincenzo Sbrizzi – esiste una grossa fetta di video che sono a pagamento attraverso il passaggio ai servizi premium. Questo permette ai professionisti del porno di sostentare le loro produzioni. Bloccando i pagamenti con carta di credito dei due principali colossi Visa e Mastercard, quell'intero mondo potrebbe letteralmente sparire, segnando la morte del porno professionistico.

La Nappi ha spiegato anche i motivi che hanno portato alla stretta di Visa e Mastercard. Tutto sarebbe partito dalla campagna “trafficking hub” lanciata da “Exodus Cry”, una fondazione ultra-conservatrice americana “distintasi” in passato anche per campagne contro i matrimoni gay. In realtà a fare realmente scalpore è stato un articolo pubblicato dal New York Times a firma di Nicholas Kristof in cui veniva denunciata la presenza di video sulla piattaforma con immagini di minorenni o con scene di revenge porn. Immediatamente il mondo conservatore si è mosso e il ritorno d'immagine negativo ha particolarmente preoccupati i due colossi del credito che hanno deciso di bloccare i pagamenti sulla piattaforma. Di fatto la circostanza dei video illegali su Pornhub è vera, e nemmeno la piattaforma ha smentito. Per questo Pornhub ha congelato i video di tutti gli utenti non verificati, bloccando loro la possibilità di caricarne di altri. Ad ogni modo, secondo il colosso dell'hard la reale portata di questo fenomeno è minima: 118 video illegali sull'enorme quantità presente sulla piattaforma.

Valentina Nappi ha concluso il suo video sollevando una questione di principio. L'allarme lanciato dalla pornoattrice riguarda le libertà individuali e soprattutto racconta di posti nel mondo dove il porno è bandito e dove contemporaneamente sono messi a rischio anche i diritti umani. La correlazione tra le due cose viene sottolineata dall'attrice napoletana che denuncia anche il monopolio nel mondo del credito che potrebbe mettere a rischio la libertà di espressione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rottura con Gigi D'Alessio, Anna Tatangelo: "Lui il classico napoletano che vuole tutti intorno"

  • Lotto, estrazione giovedì 21 gennaio 2021

  • Malore dopo la partita di tennis: morto il dottor D'Auria

  • I 6 sughi napoletani più famosi

  • Gomorra 5, la stagione conclusiva è alle porte: anticipazioni puntate

  • Maltempo su Napoli e Campania, nuova allerta meteo per venti molto forti

Torna su
NapoliToday è in caricamento