Domenica, 24 Ottobre 2021
Gossip

Tattoo changing per San Valentino: come festeggiare un nuovo amore rimuovendo il tatuaggio dell'ex partner

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Ogni anno il 30% delle persone sceglie di cancellare il proprio tatuaggio ed il 70% sono donne. A confermarlo il sondaggio americano del “Tattoo Statistics Data Annual”. Un dato che a San Valentino trova sempre più conferma: sbarazzarsi del tatuaggio è un modo per festeggiare il nuovo amore. “Soprattutto nel periodo imminente alla festa degli innamorati ricevo molte richieste di rimozione di tatuaggi da parte di persone di entrambi i sessi che hanno di recente concluso una storia d’amore” dichiara la Dottoressa Benedetta Salsi, Dermatologo con studio a Reggio Emilia. “Il paziente che vuole eliminare il tatuaggio dell’ex molto spesso arriva presso il mio studio accompagnato dal nuovo partner, proprio per dimostrare la volontà di cancellare qualsiasi traccia della relazione precedente. Nella maggior parte dei casi sono donne dai 18 ai 40 anni e capita che richiedano di eliminare anche più tatuaggi. Solitamente i tatuaggi che ricordano una storia d’amore conclusa fanno riferimento all’iniziale dell’ex o al suo nome completo, oppure una frase, una dedica o il disegno che richiama il nomignolo con cui veniva chiamato confidenzialmente il precedente partner”. Rimuovere un tatuaggio con il laser richiede pazienza (un po’ come nei rapporti di coppia), sia durante le sedute per il fastidio che si avverte, che nell’attesa tra una seduta e l’altra, occorre infatti aspettare due mesi. “Possiamo intraprendere questo percorso supportati dalla tecnologia a picosecondi.” – continua la Dr.ssa Salsi. - “Nel mio studio utilizzo quotidianamente il dispositivo laser Discovery Pico con cui tratto anche un’altra categoria di richieste di rimozione di tatuaggi: quelli per l’ammissione alla partecipazione a concorsi nelle forze armate. In questo caso parliamo per la maggior parte di uomini con tatuaggi sugli avanbracci.” Secondo l'Associazione nazionale divorzisti italiani e l’Associazione avvocati matrimonialisti italiani durante il lockdown le richieste di separazione da parte di coppie sono schizzate alle stelle, arrivando a circa un +60% rispetto allo scorso anno. Lo stare rinchiusi in casa e il condividere lo stesso tetto 24 ore su 24 hanno contribuito a raggiungere questi numeri. Ma separazione significa, nella maggior parte dei casi, voler cancellare proprio ogni ricordo o segno, anche sulla propria pelle, come per esempio un tatuaggio. “In percentuale 50% di uomini e 50% di donne chiedono esclusivamente la copertura, cover up, del nome dell’ex fidanzato o fidanzata, ma, alla fine, la scelta migliore resta quella della rimozione dell’intero tatuaggio” - sottolinea il Dottor Luca Lecciso, Chirurgo Plastico di Laser Clinic Milano. “Per rimuovere un tatuaggio occorrono diverse sedute, il numero varia a seconda delle dimensioni e del tipo di pigmento. Se vogliamo dare una stima, occorrono solitamente dalle 4 alle 10 sedute con intervalli di almeno 2 mesi l’una dall’altra. I tatuaggi monocromatici di colore nero o blu scuro sono più facili da rimuovere rispetto a quelli più colorati ed elaborati. Ribadisco che comunque il numero di trattamenti varia da persona a persona e spetta al medico decidere come procedere per rimuovere il tatuaggio. Per tatuaggi di piccole e medie dimensioni, la seduta può durare pochi minuti. Per tatuaggi multicolore di medie e grandi dimensioni potrebbero essere necessari 10-30 minuti. La versatilità dei laser a picosecondi che utilizziamo nel mio centro da alcuni anni ci ha permesso di cancellare moltissimi tatuaggi, tra questi anche tanti nomi di ex”. -conclude il Dr. Lecciso. Capita dunque che sempre più spesso che gli amori finiscano e di conseguenza date e frasi tatuate sulla propria pelle cambino di significato. O magari, più semplicemente, che ci si stufi. E allora si comincia a pensare che quel tatuaggio non lo si vuole più e si decide di regalarsi l’intervento di rimozione, o di regalarlo all’amata o amato, per San Valentino. Ad amore finito oggi togliere un tatuaggio è molto più semplice grazie alle innovative tecnologie laser utilizzate tra cui quella a picosecondi, che permettono di cancellare il ricordo dell’ex e della deludente storia d’amore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tattoo changing per San Valentino: come festeggiare un nuovo amore rimuovendo il tatuaggio dell'ex partner

NapoliToday è in caricamento