Luca D'Alessio torna in Italia: il napoletano ha difeso i colori italiani a Mister Universal Ambassador

La finale del concorso di bellezza si è tenuta a Tokyo, in Giappone

Luca D'Alessio

È rientrato oggi in Italia Luca D’Alessio, concorrente per il nostro Paese alla finale mondiale di Mister Universal Ambassador 2019. Napoletano trapiantato a Pordenone, si è piazzato al 6° posto collocandosi tra i Top 9 della gara vinta da Josué Rodriguez della Repubblica Dominicana,

La finale si è tenuta in Giappone. Durante i giorni trascorsi a Tokyo, oltre alle indispensabili prove e shooting dello spettacolo finale, Luca ha avuto modo di visitare la città e le località satellite della capitale oltre a vari siti caratteristici giapponesi e di interesse turistico.

Chi è Luca D'Alessio

Luca D’Alessio, è un personal trainer 34enne di origini napoletane che per la sua attività si divide tra Campania e il Friuli Venezia Giulia, è alto 1.82, capelli castani e occhi marrone, del segno della vergine, si definisce testardo, altruista e simpatico. Già finalista a Mister Italia 2018 nonché giurato all’ultima edizione del concorso tenutasi a Lignano Sabbiadoro, ha partecipato alla finale mondiale di Mister Universal Ambassador grazie al fatto che Mister Italia, concorso nato nell’1983, è collegato ai maggiori contest mondiali quali Mister Mondo, Mister Universo e altri ancora. A sostenere la partecipazione di Luca al contest in Giappone l’azienda “Ritorno ai Sapori” di Marano di Napoli. In una delle precedenti edizioni di Mister Universal Ambassador un altro italiano, il siciliano Andrea Biondo si è piazzato al secondo posto assoluto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

Torna su
NapoliToday è in caricamento