rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Università

MedITtech Stories, il mondo dell’innovazione ‘concreta’ si racconta in podcast

Dal 15 febbraio online la serie podcast, 8 storie di innovazione

Raccontare l’impatto dell’innovazione e delle tecnologie 4.0 nella vita quotidiana e nella crescita di piccole realtà imprenditoriali: è l’obiettivo di MedITech Stories, la nuova serie podcast articolata in 8 puntate, una a settimana a partire da 15 febbraio su tutte le principali piattaforme di condivisione e sul canale Scienza e Tecnica di ANSA. Otto storie di innovazioni, otto progetti finanziati da MedITech 4.0 - Mediterranean Competence Centre 4 Innovation, il Competence Center poliregionale, attivo in Campania e Puglia, nato dal Piano Transizione 4.0 promosso dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy. Anche se innovazione tecnologica e tecnologie 4.0 sono alcuni dei temi più in voga sia nei media che nel linguaggio politico, raramente la cittadinanza riesce a coglierne i reali vantaggi e, soprattutto, comprenderne i risultati concreti. MedITech Stories nasce proprio per rispondere a questa sfida, raccontare in modo semplice storie reali di innovazioni direttamente dalla voce dei protagonisti: grandi e piccole aziende fatta da uomini e donne che sognano di innovare il proprio settore e migliorare la vita propria e quella dei propri colleghi e clienti. “I Centri di competenza – spiega Piero Salatino, Presidente di MedITech – nascono con l’obiettivo di favorire l’integrazione 4.0 di filiera e di sistema delle piccole e medie imprese, grazie all’adozione delle tecnologie abilitanti. Operiamo in questa direzione, senza dimenticare l’importanza che il territorio riveste nella trasformazione digitale. Da qui l’idea di raccontare anche attraverso i podcast, come l’innovazione riesca ad avere effetti sulla vita quotidiana di noi tutti”. “Le storie protagoniste delle otto puntate – aggiunge Angelo Giuliana, Direttore generale di MedITech – sono solo alcuni dei numerosi esempi dell’impatto che le tecnologie abilitanti 4.0 stanno avendo sul tessuto produttivo. Abbiamo scelto di condividere i risultati raggiunti da alcuni dei progetti vincitori del Primo Bando per l’Innovazione per dare voce a un futuro sempre più vicino, grazie alle attività delle nostre imprese”. La serie è prodotta da Societing Lab - il laboratorio di Digital Social Innovation nel Polo Tecnologico di San Giovanni a Teduccio dell’Università Federico II di Napoli - e condotta dal giornalista scientifico Leonardo De Cosmo, che guiderà il racconto intervistando direttamente i protagonisti. Le 8 puntate: Pamela: la tecnologia a supporto della sicurezza sul lavoro. Un progetto nato con l’obiettivo di realizzare una nuova generazione di piattaforme mobili con capacità di guida assistita, di collision avoidance e di guida autonoma. Questo sistema consentirà di evitare in modo automatico la collisione con ostacoli ed il movimento della piattaforma senza intervento del guidatore. Metavehicle: insonorizzazione delle automobili. Un progetto che punta a migliorare il sistema di isolamento acustico dell’automobile con l’implementazione di una tecnologia avanzata, i MetaMateriali. Questa tecnologia permette una grande flessibilità nella scelta dei materiali, dando la possibilità di utilizzare materiali riciclati, migliorandone al contempo le performance in termini di attenuazione acustica. Tiam: realtà aumentata e manutenzione. Ha come obiettivo lo sviluppo di applicativi (visori) e servizi a supporto della manutenzione per rendere più efficiente il processo di assistenza, manutenzione, assemblaggio e riparazione sul campo e per fornire, in real-time all’operatore, informazioni adeguate e contestuali, facilitandone allo stesso tempo un’interazione agevole con la finalità di veicolare verso le PMI servizi innovativi Geoses: agricoltura intelligente. Un progetto che propone la realizzazione di un sistema ‘smart-field’ che sia in grado di rispondere alla richiesta di sviluppo di sistemi esperti per la gestione, la razionalizzazione e l’efficienza della filiera di produzione per il settore agrifood. Il bisogno principale al quale il progetto intende dare una risposta concreta è quello di utilizzare tecnologie innovative per rendere il più efficiente e sostenibile la produzione e la gestione, anche in remoto, delle attività di un’azienda agricola. IoMeskB: il futuro della riabilitazione ortopedica. Un progetto per sviluppare un innovativo sistema wearable di riabilitazione post-operatorio per il ginocchio con monitoraggio cloud da remoto basato sulla raccolta di dati biomedici. L’obiettivo primario della proposta di progetto è quello di sviluppare un sistema che permetta di effettuare un monitoraggio da remoto delle attività del paziente basato su dati obiettivi e affidabili. Nettuno: Gelati ‘perfetti’. Un progetto che prevede la personalizzazione di un prodotto tecnologico già realizzato che ha l’obiettivo di ottimizzare le attività di gestione della manutenzione e le attività di controllo qualità. Si tratta di uno strumento modulare e scalabile, in grado di adattarsi alle esigenze emerse e che, volta per volta, potrà, nel tempo, essere adeguato e incrementato. Rigel: rifiuti intelligenti. Si tratta di un roll-off container monitoring system: l’obiettivo del progetto è di realizzare un sistema completo e qualificato per la geolocalizzazione, misurazione e comunicazione del pieno e con avviso di incendio/innesco che possa essere installato sia su cassoni scarrabili sia su compattatori. È prevista l'installazione fissa di un sistema per ogni cassone/compattatore. Aid4train: gestione intelligente della manutenzione ferroviaria. Un progetto nato con l’obiettivo di realizzare una piattaforma software integrata che consenta agevolmente l’analisi dei dati di funzionamento dei sensori nel sistema target allo scopo di identificare rapidamente la causa di un guasto treno, nonché di identificare in maniera automatica e preventiva modi di fallimento ancora sconosciuti.

MEDITECH 4.0

MedITech 4.0 - Mediterranean Competence Centre 4 Innovation è il Centro di Competenza poliregionale, attivo in Puglia e Campania, nato per essere un facilitatore dell’adozione delle tecnologie abilitanti di Industria 4.0 da parte delle pmi e della Pubblica Amministrazione ed essere uno strumento di diffusione della cultura e delle pratiche di innovazione nella produzione di beni e servizi sul territorio nazionale, in particolare sul bacino del Mediterraneo. Il Centro di Competenza, selezionato nel 2018 dal MISE tra gli otto centri di rilevanza nazionale, è un partenariato pubblico-privato, che svolge attività di orientamento e formazione alle imprese su tematiche Industria 4.0 nonché di supporto nell'attuazione di progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale finalizzati alla realizzazione, da parte delle imprese fruitrici, in particolare delle Pmi, di nuovi prodotti, processi o servizi (o al loro miglioramento) tramite tecnologie avanzate in ambito Industria 4.0. I servizi offerti si rivolgono anche alla Pubblica Amministrazione, grande protagonista della transizione digitale. MedITech conta sulla collaborazione di cinque Università della Campania, tre Università della Puglia e 21 player industriali d’avanguardia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MedITtech Stories, il mondo dell’innovazione ‘concreta’ si racconta in podcast

NapoliToday è in caricamento