Scuola

Ritorno in classe, c'è chi impugna l'ordinanza: "I genitori dovrebbero scegliere tra Dad e presenza"

"La ripresa delle lezioni in classe è un passo avanti, ma visto il rischio concreto rischio di contagio da COVID-19, ci sarebbe la possibilità per i genitori di scegliere le due modalità"

Lo studio legale Di Monda & Partners ha impugnato l’ordinanza n. 3 del 22/01/2021 al fine di poter permettere ai genitori di scegliere fra la didattica in presenza e la didattica a distanza. Il rientro a scuola è una grossa preoccupazione per i genitori, visto anche il parere dell’Unità di Crisi Campana allegata all’ordinanza n. 2 del 16/01/2021.

"La ripresa della didattica in presenza è un importante passo avanti, ma visto il rischio concreto e palese del contagio da COVID-19, ci sarebbe, per il principio di precauzione, la possibilità per i genitori di scegliere  tra le due modalità. Così che, se un genitore ha paura per il contagio, oppure ci sono in famiglia persone a rischio per le conseguenze di un eventuale contagio, deve avere la possibilità di poter scegliere tra la didattica a distanza e la didattica in presenza", dichiara l'avv. Raffaele Di Monda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritorno in classe, c'è chi impugna l'ordinanza: "I genitori dovrebbero scegliere tra Dad e presenza"

NapoliToday è in caricamento