Mercoledì, 4 Agosto 2021
Scuola

Invalsi 2021, studenti campani peggiorati: i dati impietosi

Dopo la Dad emerge in misura maggiore rispetto al passato il ritardo nella preparazione degli studenti

Hanno partecipato alle prove Invalsi 2021 oltre un milione di studenti della scuola secondaria di primo e di secondo grado. Le prove si sono svolte al termine di un anno scolastico caratterizzato anche quest'anno prevalentemente dalla Dad, a causa dell'emergenza Covid-19.

I risultati delle prove

A livello nazionale gli studenti che non raggiungo risultati adeguati sono: Italiano: 39% (+5 punti percentuali rispetto sia al 2018 sia al 2019) Matematica: 45% (+5 punti percentuali rispetto al 2018 e +6 punti percentuali rispetto al 2019) Inglese-reading (A2): 24% (-2 punti percentuali rispetto al 2018 e +2 punti percentuali rispetto al 2019) Inglese-listening (A2): 41% (-3 punti percentuali rispetto al 2018 e +1 punto percentuale rispetto al 2019). In ogni materia si constatatano ritardi di apprendimento e si amplia il divario territoriale.

In particolare Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna riscontrano un maggior numero di allievi con livelli di risultato molto bassi, il 50% il 60% in Matematica, il 30-40% in Inglese-reading e il 55-60% in Inglese-listening. In tutte le materie le perdite maggiori di apprendimento si registrano in modo molto più accentuato tra gli allievi che provengono da contesti socio-economico-culturali più sfavorevoli. Problemi anche con le competenze in Italiano: Campania 64%, Calabria 64%, Puglia 59%, Sicilia 57%, Sardegna 53%, Abruzzo 50%). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Invalsi 2021, studenti campani peggiorati: i dati impietosi

NapoliToday è in caricamento