Scuola

Refezione scolastica: si parte il 1 ottobre

Nelle more della nuova gara, il servizio sarà garantito, in proroga, dalle ditte assegnatarie dello scorso anno. Saranno tra i 27 e i 28mila i bambini che a Napoli usufruiranno della refezione

Compatibilmente con le esigenze organizzative delle singole scuole, a Napoli la refezione scolastica comincerà dal prossimo 1 ottobre. Grazie ad una proroga, nelle more della gara per l'aggiudicazione del servizio - anche questa volta annuale e divisa in 10 lotti, uno per ciascuna municipalità - i pasti saranno infatti preparati dalle stesse ditte che hanno espletato il servizio lo scorso anno scolastico, la cui qualità è stata esaminata da un'apposita struttura esterna che ha effettuato pochi rilievi, peraltro riferiti a situazioni particolari, come ha spiegato l’assessoreAnnamaria Palmieri nel corso della riunione convocata ad hoc della Commissione Scuola di Palazzo San Giacomo.

Vanno a gonfie vele, nel frattempo, le iscrizioni on line al servizio, sul sito del Comune (a questo indirizzo) : avviata lo scorso 2 settembre, la procedura dematerializzata sta riscontrando un’ottima risposta da parte dell’utenza.

Saranno tra i 27mila e i 28mila i bambini partenopei delle scuole dell'infanzia statali e comunali e delle primarie e secondarie di primo grado statali che usufruiranno del servizio messo a disposizione dal Comune.

Avviata la questione refezione, tocca adesso a quella delle cedole librarie, verde nelle scuole, assistenza ai bambini disabili e contrattualizzazione del personale necessario per gli asili nido e le scuole comunali che saranno esaminate nelle prossime riunioni della Commissione Scuola presieduta da Luigi Felaco

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Refezione scolastica: si parte il 1 ottobre

NapoliToday è in caricamento