La quarantena dei figli non dà sempre diritto al congedo-Covid. I chiarimenti dell'Inps

L'Istituto di previdenza sbarra l'accesso al congedo Covid. Attenzione, in particolare, alla catena di contagio. Cosa sapere

Sempre più lungo l'elenco delle scuole napoletane di ogni ordine e grado chiuse per Covid, come quello dei ragazzi in età scolare sottoposti a isolamento domiciliare. Ovvie le ripercussioni sul lavoro dei genitori.

In favore dei lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato il decreto-legge n. 111 dell'8 settembre 2020 ha introdotto "il congedo Covid-19 per quarantena scolastica dei figli".

Cos'è il Congedo Covid

Il congedo, indennizzato, va utilizzato da uno solo dei genitori, oppure da entrambi ma alternativamente, per astenersi dal lavoro, in tutto o in parte, durante il periodo di quarantena disposta dalla ASL competente per il figlio convivente e minore di 14 anni, al verificarsi di casi all’interno del plesso scolastico.

Nel caso in cui l'isolamento fiduciario dovesse procrastinarsi o ripetersi, per lo stesso figlio o per altri, sempre minori di 14 anni e conviventi, il congedo può essere richiesto più volte .

I paletti 

L'ottenimento del congedo Covid è sottoposto ad una serie di condizioni, che l'Inps è tornato a precisare con un'apposita circolare pubblicata nelle ultime ore. Ecco i principali paletti per l'ottenimento del beneficio:

  • La richiesta di congedo deve riguardare periodi di quarantena compresi tra il 9 settembre e il 31 dicembre 2020
  • I genitori devono non essere in condizioni di poter svolgere il loro lavoro in modalità agile (smart-working) 
  • Il figlio deve avere meno di 14 anni
  • Il genitore che chiede il congedo deve convivere con il figlio sottoposto a quarantena 
  • Il contatto del minore di 14 anni con una persona positiva al virus deve essersi verificato in ambito scolastico e non in un’altra circostanza: significa che la richiesta di congedo sarà respinta se la catena di contagio risale a eventi diversi dalla frequentazione della scuola come, ad esempio, attività sportiva extra-scolastica, partecipazione a feste etc. 
  • Il congedo Covid è riservato ai soli lavoratori dipendenti, pubblici e privati, e dunque non è accessibile per autonomi e collaboratori.
  • L ’indennità è finanziata con 50 milioni di euro: esaurito il paffond, le richieste saranno respinte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola di Medicina e Chirurgia Federiciana: il timone passa a Maria Triassi

  • Didattica a distanza senza consumare giga: possibile anche a Napoli

  • Sempre più "rosa" i vertici dell'Università Federico II di Napoli

  • NeaPolis Innovation Technology Day 2020: interamente virtuale l'edizione 2020

Torna su
NapoliToday è in caricamento