Scugnizzi a vela: le storie di chi ha preso un'altra strada grazie al mare

Venerdì nella base della Marina Militare di Napoli cerimonia di consegna di borse di studio e bilancio dell'associazione Life-onlus

Sono storie uniche, di coraggio e riscatto, bagnate di lacrime e acqua di mare, quelle degli "Scugnizzi a Vela", giovani a rischio di devianza ed emarginazione, attualmente nell’area penale campana, che grazie all’attività di integrazione promossa dall’associazione Life Onlus hanno imparato a solcare il mare della vita tenendo saldo il timone della legalità. Queste storie saranno raccontate durante una cerimonia che si terrà la mattina del 6 febbraio presso la Base Navale della Marina Militare di Napoli, cui è annunciata la partecipazione anche del presidente della Camera Roberto Fico.

Nel corso dell'evento, in particolare, saranno consegnate 10 borse di studio ad altrettanti ragazzi che hanno portato a termine il percorso di formazione. Sono Vincenzo e Filippo, che oggi lavorano uno per la MC Donalds di Caserta e l'altro per le Officine navali La Rocca, etici imprenditori sostenitori del progetto così come la Fondazione Grimaldi; Alessandro, Aniello, Domenico, Vincenzo e Sabino, che studieranno per ottenere la patente B e Christian per la patente A; Francesco, che utilizzerà il contributo per comprare la strumentazione elettronica che gli occorre per studiare da cantante; Hashraf che lo impiegherà per conseguire il diploma di scuola media superiore; Giuseppe, che così potrà partecipare al corso di meccatronica, per migliorare la conoscenze di diagnosi delle moto.

Indispensabile per le iniziative dell’Associazione il sostegno della Marina Militare che tra l'altro ha messo a disposizione alcuni locali della Base Navale del Molosiglio, dove i ragazzi possono apprendere le varie tecniche per manutenere imbarcazioni a vela in legno, impiegate come vero e proprio materiale didattico nelle attività di laboratorio: una fantastica miscela di storia, cultura ed arte marinaresca che fa da innesco del processo di autostima dei ragazzi, e consente di creare una fantastica sinergia tra i giovani e storiche barche a vela in legno.

Tante le attività svolte nel 2019 dall'Associazione Life: il restauro di Galatea, l’ultima imbarcazione a vela in legno realizzata interamente dalle maestranze dell’Arsenale Militare di La Spezia nel cantiere scuola “Antico arsenale napoletano”; il restauro della nave scuola Matteo Caracciolini, uno storico bialbero in legno degli anni 70 di 16 metri; il restauro del quadro di San Giuseppe del banchino del corpo di guardia di Nave Levanzo Marina Militare; il laboratorio marinaresco "I Mestieri del Mare", corso pratico e teorico per la patente nautica, in sinergia con la Direzione Fari e Segnalamenti del Comando Logistico della Marina Militare; visite didattiche; velaterapia nel Golfo di Napoli a bordo della Nave Scuola Bliss, delle storiche Arcturus e Castore; la partecipazione alle MiniUniversiadi; i progetti Ritorno a Scuola e Amici come Prima.

"I ragazzi - sottolinea Stefano Lanfranco, presidente dell'Associazione LIFE, nel cantiere scuola, all’interno del Quartier Generale Marina Militare di Napoli, vivono uno stage di “educazione civica” con il miglior modello rappresentativo che possa essere preso come riferimento. La realtà quotidiana è fatta di esempi “positivi”, di uomini e donne da imitare, in un ambiente di persone dedite ai principi del rispetto, della responsabilità e del dovere, che stimolano gli scugnizzi a perseguire strade nuove, diverse e nella legalità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’evento è annunciato l'interverranno tra gli altri del Comandante Logistico Marina Militare ammiraglio Eduardo Serra, del sottocapo di Stato Maggiore della Marina Militare ammiraglio Aurelio De Carolis, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il senatore Vincenzo Presutto, il Capo Dipartimento Giustizia Minorile Gemma Tuccillo, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Tirreno Centrale Pietro Spirito, il presidente del Tribunale per i Minorenni di Napoli Patrizia Esposito, il Sostituto Procuratore della Procura Minorenni di Napoli Francesco Cerullo, il Presidente del Tribunale per i Minorenni di Salerno Piero Avallone, il Procuratore della Procura dei Minorenni di Salerno Patrizia Imperato, la Dirigente del Centro per la Giustizia Minorile per la Campania Maria Gemmabella, l'assessore all'istruzione e alla scuola del Comune di Napoli Annamaria Palmieri e quello ai giovani Alessandra Clemente, il direttore generale della Città Metropolitana di Napoli Giuseppe Cozzolino, il Governatore all'assistenza e beneficenza del Pio Monte della Misericordia Duca Nicola Caracciolo di San Vito In collaborazione con la Marina Militare Con la partecipazione del Dipartimento per la Giustizia Minorile - Centro per la Giustizia Minorile per la Campania Con il patrocinio del Comune di Napoli, Città Metropolitana di Napoli e Autorità di Sistema Portuale del Mare Tirreno Centrale. Con il sostegno della Fondazione Grimaldi Con il contributo Comunità educativa "L'aquilotto" - Cooperativa “Il Giglio Onlus”. Comunità alloggio per minori “Il Germoglio”. Comunità alloggio per minori “Il Girasole”. Società Cooperativa Sociale LESS Coop Le Nuvole Teatro Arte e Scienza Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore “C. COLOMBO” – TORRE DEL GRECO (NA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nasce la scuola per diventare pizzaiuoli: da settembre lezioni al via

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento