Prevenire dipendenze e malattie a trasmissione sessuale

Dalla collaborazione tra Comune di Napoli e Federico II un corso per formare gli operatori sociali sui metodi di prevenzione dei comportamenti più rischiosi diffusi tra gli adolescenti

Illustrato a Palazzo San Giacomo il progetto Educare al ben-essere. L'iniziativa, nata dalla collaborazione fra il Comune di Napoli e l’Università Federico II – Unità operativa clinica e Scuola di Dermatologia, ha consentito di formare 150 operatori sociali sui metodi di prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale e delle dipendenze da alcol, fumo, droga e gioco d’azzardo. Obiettivo: fornire gli strumenti per cogliere i segnali d’allarme del disagio, psico-sociale e/o relazionale, e per informare efficacemente sulla migliore prevenzione dei rischi di comportamenti sempre più diffusi tra gli adolescenti e i giovani adulti. “Per la sua importanza – ha spiegato l’assessore Roberta Gaetaè un progetto che vogliamo assolutamente continuare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Open Data, exploit della Campania: al secondo posto in Italia

  • Scuola: si terrà il 22 ottobre il concorso straordinario: le regole da seguire

  • Eletto il nuovo rettore della Federico II

  • Federico II: fumata nera per il nuovo rettore

  • Apple Academy di Napoli: ancora pochissimi giorni per iscriversi al test di ammissione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento