Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Corsi di Formazione

Europrogettazione: cos'è, come diventarne esperti e trovare lavoro

Partecipare a bandi e gare per l'assegnazione dei fondi europei non è semplice: a meno di non avere un valido europrogettista capace di trasformare le idee in progetto convincente e di seguire con precisione tutte le procedure per la presentazione

Europrogettisti sono i professionisti capaci di curare la partecipazione di imprese e enti pubblici ai bandi per i fondi europei. Si tratta di una frontiera lavorativa in continua espansione, soprattutto in considerazione delle difficoltà di accesso al credito: i contributi europei costituiscono infatti imperdibili occasioni di sviluppo per le imprese e una strada obbligata per gli enti locali per riuscire a realizzare progetti diversamente impossibili.

Il termine è stato coniato alla fine del secolo scorso per indicare una figura professionale dotata di solide basi di project management, capacità di elaborazione e scrittura in ambito tecnico e, in generale, capacità comunicative e relazionali, amministrative e finanziarie. Un valido europrogettista, infatti ha:

- capacità di approcciare le questioni con una visione "globale", a 360°

- senso critico e capacità di sintesi, indispensabili per trasformare le idee in progetti

- competenze grammaticali e sintattiche, essenziali per scrivere in modo preciso e convincente

- conoscenze tecniche, sia relativamente ai diversi bandi (fondi strutturali, fondi ue, fondi di altri enti internazionali come Banca Mondiale, Nazioni Unite etc.) sia in merito agli aspetti tematici del progetto

- capacità relazionali e di lavorare in equipe - metodo, fondamentale per evitare errori "fatali" come scadenza di termini, procedure improprie, mancanza di documenti o allegati etc.

- abilità nel problem solving

- conoscenza delle tecniche di budget e rendicontazione.

Grazie ad un progetto di Fondazione Cariplo, Fondazione CRC e Fondazione CRT, on line sono reperibili gratuitamente una "Guida all'europrogettazione" digitale, come strumento operativo per orientarsi nel complesso sistema dei fondi comunitari, e un servizio realizzato da CSVnet (rete dei Centri di Servizio per il Volontariato) in collaborazione con Acri (Associazione delle Fondazioni e delle Casse di Risparmio) che consente di avere informazioni costantemente aggiornate sui bandi attivi e sui diversi programmi di cooperazione o programmi operativi regionali (POR).

Diversi i master, i corsi di formazione e i workshop, gratuiti o a pagamento, con lezioni frontali, anche on-line, e le pubblicazioni, indirizzati a chi si avvicina per la prima volta all'europrogettazione e/o a chi ha già una certa esperienza e desidera implementare le conoscenze acquisite, per apprendere strategie e tecniche per essere un buon europrogettista.

A Napoli il 3 giugno partirà il corso a pagamento (8 lezioni per 64 h, 150 euro) organizzato dal Presidio U.I.C.I. (Unione italiana ciechi e ipovedenti) di Sant’Anastasia (Na), con la Sezione Territoriale I.Ri.Fo.R. Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione di Napoli, rivolto a diplomati e laureati che operano nel Terzo settore, enti pubblici e privati, e a tutti gli interessati. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europrogettazione: cos'è, come diventarne esperti e trovare lavoro

NapoliToday è in caricamento