rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
WeekEnd

Weekend lungo a Napoli, gli eventi da non perdere: cosa fare dal 22 al 25 aprile

La Walk of Life e il Villaggio Telethon al Plebiscito, la Vulcanica - ciclostorica partenopea, Ramin Bahrami al Trianon, il festival della musica anni '90, il Concerto al Buio alla Galleria Borbonica e il 25 aprile ingresso gratuito in tutti i musei e i luoghi della cultura statali

La Walk of Life e il Villaggio Telethon con screening gratuiti in Piazza del Plebiscito, il pianista Ramin Bahrami al Trianon Viviani, la Vulcanica - ciclovintage partenopea, il festival della musica anni '90 al Nabilah, Francesca Michielin in concerto al Teatro Bellini, il Concerto al Buio alla Galleria Borbonica, l'edizione 2023 di Aperti per Voi in Campania dedicata ai Sirti Borbonici e il 25 aprile ingresso gratuito in tutti i musei e luoghi della cultura statali.

Il fine settimana in città, con il lungo ponte del 25 aprile, è ricco di iniziative da non perdere per grandi e piccini.

Ecco i nostri consigli su cosa fare e vedere a Napoli (e dintorni) da sabato 22 a martedì 25 aprile:

Walk of Life di Telethon

Per il decimo anno, a Napoli, la Fondazione Telethon ha organizzato, per domenica 23 aprile 2023, la Walk of Life. Una manifestazione, a sostegno della ricerca scientifica sulle malattie genetiche, che unisce lo sport alla solidarietà. Si tratta, infatti, di un evento composto da una gara competitiva di 10 km dedicata agli sportivi che vogliono gareggiare e di una passeggiata di 3 km dedicata, invece, alle famiglie e a tutti quei bambini che ogni giorno affrontano una patologia. Entrambe partiranno da Piazza del Plebiscito a partire dalle 8.30. Inoltre, già da sabato 22 aprile, sempre in Piazza del Plebiscito, verrà allestito il Villaggio Telethon con attività di intrattenimento e con prestazioni sanitarie da parte dei Lions di Pozzuoli. Saranno presenti in piazza 4 camper destinati a visite mediche gratuite per l'oculistica, l'odontoiatria, la cardiologia e la prevenzione del diabete. Clicca qui per tutte le informazioni

25 aprile al Museo: ingresso gratuito in tutti i luoghi della cultura statali

In occasione della Festa della Liberazione, martedì 25 aprile, l’ingresso ai luoghi della cultura statali sarà gratuito. Aperti gratuitamente al pubblico, quindi, anche tutti i musei statali di Napoli e i siti della cultura della Direzione regionale Musei Campania. Clicca qui per tutte le informazioni

La Vulcanica, ciclostorica partenopea

Domenica 23 aprile torna a Napoli l'appuntamento con la Vulcanica: la ciclovintage partenopea percorsa prevalentemente su strade con sanpietrini. Un'occasione imperdibile per vivere lo spirito del ciclismo d’altri tempi. La partenza è al mattino dalla Bicycle House in Galleria Principe di Napoli. La ciclostorica attraverserà in lungo e in largo la città mostrandone il patrimonio artistico in tutto il suo splendore e transitando per quartieri popolari e percorsi insoliti e segreti. Dall’Orto Botanico al Real Albergo dei Poveri, dal Real Bosco di Capodimonte (con una sosta per ammirare il primo dei fantastici panorami della giornata) alla Sanità con sosta per gustare il fiocco di neve ed ai Quartieri Spagnoli presso la Fondazione Foqus. Non mancherà un passaggio in piazza del Plebiscito, con la discesa dal Monte Echia, un passaggio per il lungomare ammirando il Castel dell’Ovo e poi i ciclisti si troveranno ad affrontare gli splendidi tornanti in salita verso la collina di Posillipo con scorci unici affacciati sul golfo di Napoli e discese fino al mare. Clicca qui per tutte le informazioni.

Francesca Michielin in concerto al Bellini

Sabato 22 aprile, Francesca Michielin sarà in concerto al Teatro Bellini di Napoli dove porterà in scena i suoi recenti successi, i singoli "Bonsoir" e "Occhi grandi grandi" pubblicati per Columbia Records/Sony Music Italy quest’anno, assieme ai brani che l’hanno resa una delle cantautrici più apprezzate della scena italiana contemporanea. Clicca qui per tutte le informazioni.

Gli Spagnoli a Napoli. Il Rinascimento meridionale in mostra a Capodimonte

Al Museo e Real Bosco di Capodimonte, la mostra Gli Spagnoli a Napoli. Il Rinascimento meridionale (13 marzo – 25 giugno 2023, sala Causa) a cura del prof. Riccardo Naldi, docente di Storia dell’arte moderna all’Università L’Orientale di Napoli e del prof. Andrea Zezza, docente di Storia dell’arte moderna all’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”. Il progetto espositivo è stato realizzato in partenariato con il Museo Nacional del Prado. Grazie a questa importante collaborazione, torna a Napoli per la prima volta dopo 400 anni la Madonna del pesce eseguita da Raffaello. La mostra propone un’ampia rassegna di opere eseguite da alcuni dei principali artisti spagnoli attivi in quegli anni a Napoli, quali Pedro Fernández, Bartolomé Ordóñez, Diego de Siloe, Pedro Machuca, Alonso Berruguete. Segnaliamo che, come tutti i luoghi della cultura statali, anche il Museo di Capodimonte sarà aperto gratuitamente il 25 aprile. Clicca qui per tutte le informazioni

Concerto al Buio alla Galleria Borbonica

Lunedì 24 aprile, alla Galleria Borbonica di Napoli torna il Concerto al buio: un esperienza sensoriale unica al mondo. Una morbida luce accoglie il pubblico, le luci pian piano calano fino a raggiungere il buio più totale. La capacità comunicativa della musica, unita al viaggio sensoriale nel buio assoluto, fanno di questo concerto un evento unico. Clicca qui per tutte le informazioni

Aperti per Voi in Campania: l'edizione 2023 è dedicata ai Siti Borbonici

Questo fine settimana, il Touring Club Italiano, dopo la pausa determinata dalla pandemia, ritorna con l’edizione 2023 di “Aperti per Voi in Campania”. L’iniziativa ha l’obiettivo di portare alla scoperta dei tesori artistici della Regione grazie all’apertura simultanea e prolungata - da parte dei Volontari del Touring - dei siti del Progetto “Aperti per Voi” e alle visite in alcuni dei luoghi più significativi dei nostri territori quanto a testimonianze della cultura e dell’arte. Quest’anno l’iniziativa è dedicata ai “Siti Borbonici”, ovvero l'insieme di palazzi, regge e altri edifici, costruiti o rinnovati dai Borbone. A Napoli si potranno visitare la Chiesa dei Santi Severino e Sossio e la Basilica di San Paolo Maggiore. In programma anche una visita guidata alla Reggia di Portici e alla Mostra “Materia. Il legno che non brucio ad Ercolano". Clicca qui per tutte le informazioni.

Al Trianon torna Ramin Bahrami per la causa iraniana

Sabato , alle 21, Ramin Bahrami ritorna al Trianon Viviani, proseguendo da artista il suo impegno civile a sostegno delle manifestazioni popolari di protesta contro il regime in Iran. Dopo la recente conversazione, nello scorso mese di febbraio, nella quale ha dialogato con Marisa Laurito, il grande pianista persiano si esibisce con il Solis string quartet e Stefano Valanzuolo nello spettacolo di beneficenza “Il Golfo magico. Ovvero Mozart e Napoli”. Clicca qui per tutte le informazioni.

Al Mann la mostra Picasso e l'antico

Al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, la mostra “Picasso e l’antico”. L’esposizione curata da Clemente Marconi, allestita nelle sale della collezione Farnese, si divide in due parti: la prima relativa ai soggiorni a Napoli di Picasso, delineando come si presentava il museo al tempo della visita dell’artista, e la seconda relativa al confronto tra le opere del museo e i lavori di Pablo Picasso. Segnaliamo che, come tutti i luoghi della cultura statali, anche il Mann sarà aperto gratuitamente al pubblico il 25 aprile. Clicca qui per tutte le informazioni

History 90, il festival della musica dance anni '90 e 2000

Martedì 25 aprile, primo appuntamento del festival History 90: un evento itinerante che partirà dal club Nabilah di Bacoli. L’idea all'origine del festival è quella di riunire i protagonisti di una straordinaria stagione musicale per rivivere le emozioni e le atmosfere che ruotavano nelle migliori discoteche d'Italia che hanno fatto la storia della musica dance. Clicca qui per tutte le informazioni

A Palazzo Reale di Napoli la mostra Dialoghi intorno a Caravaggio

La mostra Dialoghi intorno a Caravaggio (16 marzo-9 maggio 2023), allestita nella Galleria del Genovese al Palazzo Reale di Napoli, avvia una collaborazione tra il Palazzo Reale e il Museo e Real Bosco di Capodimonte incentrata sul dialogo tra le rispettive raccolte d’arte, entrambe frutto del collezionismo borbonico tra Sette e Ottocento. L’esposizione (curata dei direttori dei due musei, Mario Epifani e Sylvain Bellenger) ha come fulcro la Flagellazione di Cristo di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio, che – pur non appartenendo alle collezioni reali – è un’opera che segnò in modo evidente il corso dell’arte del Seicento, con particolare riferimento alla pittura napoletana. L’opera, di proprietà del Fondo Edifici di Culto e oggi conservata nel Museo e Real Bosco di Capodimonte, si presta in questa mostra a un doppio dialogo, incentrato da una parte sulla fortuna della pittura caravaggesca nelle collezioni borboniche, dall’altra sul trattamento del tema iconografico della Flagellazione, a cui Caravaggio conferisce una dimensione spirituale non allineata sui principi della Controriforma cattolica sottolineando la condizione umana, sovrapponendo due episodi della passione, la flagellazione, l’Ecce homo e l’iconografia del Cristo alla colonna. Segnaliamo che, come tutti i luoghi della cultura statali, anche Palazzo Reale sarà aperto gratuitamente il 25 aprile. Clicca qui per tutte le informazioni

All'Edenlandia torna Lucilla, star di YouTube amata dai bambini

Sabato 22 aprile, al Parco divertimenti di Napoli (alle 16.30 e alle 18.30) ritorna lo spettacolo di “Lucillakids”, tra le star di YouTube più amate dai bambini, grazie al suo canale dedicato a balli e allegre canzoncine. Clicca qui per tutte le informazioni

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend lungo a Napoli, gli eventi da non perdere: cosa fare dal 22 al 25 aprile

NapoliToday è in caricamento