"Trilogia dell'Addio", il secondo romanzo di Vincenzo Torella

In tutte le librerie dal 6 marzo. Il romanzo è edito dalla casa editrice Homo Scrivens diretta da Aldo Putignano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

_heart 2-2A partire dal 6 marzo 2013, in tutte le librerie, sarà possibile acquistare Trilogia dell'Addio, il nuovo romanzo di Vincenzo Torella.

La prima presentazione ufficiale del romanzo, edito dalla casa editrice Homo Scrivens diretta dall'appassionato Aldo Putignano, si terrà proprio il 6 marzo 2013 al Penguin Cafè, il prestigioso bar letteraio gestito dall'imprenditore Diego Nuzzo.

All'interno di Trilogia dell'Addio vengono raccontate, come ci suggerisce il titolo, tre storie di donne.

Donne che amano, donne che desiderano. Donne che soffrono, che lasciano, che riprendono. Donne che incassano l'addio, e ripartono. Ma cos'è un addio? Cosa significa chiudere e perché si ha così tanta paura di farlo? Perché non si riconosce il potere salvifico della liberazione, del sottrarsi alle scorie nocive del passato. Perché non si affronta l'ipotesi della rinascita, finché non la si vive gloriosamente sulla propria pelle. Se chiudere significa finire, finire porta in sé la conseguente azione del ricominciare. Questo libro rappresenta l'atto unico dell'addio, interpretandolo nella pluralità di una trilogia. E si rivolge a chi non ha paura dei nuovi inizi, a chi trova stimolante riempire nuovi spazi, a chi, pur celebrando il tempo che è stato, ha voglia di scoprire il tempo che verrà. Con coraggio, passione e verità. L'addio interpretato, di conseguenza, attraverso tre vissuti ben diversi: il vissuto di una ventenne che conta i giorni dall'abbandono, quello di una fotografa la cui donna è scappata senza dare nessuna notizia di sé per un interno anno e quello di una quarantenne in carriera che, cinicamente, ha paura dell'amore visti i suoi trascorsi. Tre donne diverse che hanno in comune una sola cosa: l'addio. Ed ognuna di esse reagisce all'addio in maniera differente.

L'AUTORE - Vincenzo Torella è nato a Napoli nel 1980, dove attualmente vive insieme alle sue cagnoline ed accanto gli affetti più cari. Ha scritto la prima favola a otto anni per poi dedicarsi alla stesura di poesie e romanzi brevi. Laureato nel 2005 in Sociologia, nel 2010 ha pubblicato Segni sulla pelle (ilmiolibro.it), romanzo ambientato nella Parigi di tutte le epoche storiche in cui i due protagonisti viaggiano attraverso lo spazio e il tempo per ritrovarsi. Occhi verdi e tanta voglia di lasciarsi sorprendere dalla vita, con un forte atteggiamento intimistico, ama il vento e l'autunno e sostiene che il segreto della felicità sta nell'assecondarsi senza aver paura di osare.

VIDEO - Il giornalista Dario D' auriente intervista Vincenzo Torella

Torna su
NapoliToday è in caricamento