Eventi

TrainDogs: al Maschio Angioino il reading musicale dei racconti in 11 righe nati su Facebook

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Sabato 9 Novembre alla Fondazione Valenzi lo spettacolo di prosa e musica "Nessuno scrive della terra"

Parte da Napoli il debutto nel Mezzogiorno del fenomeno letterario e di costume dei TrainDogs

Dalle 17 al Maschio Angioino storie personali, emozioni e note si uniscono in un reading teatrale che porta in scena i racconti brevi nati tra i pendolari del treno e divenuti popolari attraverso i social network

Cogliere e immortalare in poco più di dieci righe attimi di vita vissuta, piccoli aneddoti e storie di uomini e donne comuni in viaggio su di un treno.

È questo lo spirito dei TrainDogs, la raccolta di racconti brevi nata da un'idea di Fabio Palombo, ispirato dalla sua esperienza di lavoratore pendolare sulla tratta ferroviaria Saronno - Milano, ben presto divenuta un fenomeno letterario e di costume con la complicità dei social network.

L'iniziativa, nata nel 2010, è divenuta un format teatrale che unisce al reading la musica dal vivo e inizia il suo tour nel Mezzogiorno partendo da Napoli con lo spettacolo "Nessuno scrive della terra" in programma sabato 9 Novembre dalle 17 al Maschio Angioino nella sede della Fondazione Valenzi, l'istituzione internazionale dedicata a Maurizio Valenzi, l'ex parlamentare italiano ed europeo, sindaco a Napoli dal 1975 al 1983.

La lettura dei racconti sarà a cura dello stesso Fabio Palombo, accompagnato dal musicista Piergiorgio Faraglia e dalla cantante Alessandra Parisi.

Per informazioni sull'ingresso e sulle prenotazioni è possibile scrivere a segreteria@fondazionevalenzi.it o telefonare al numero 329 7450422.

I TrainDogs sono nati il 13 aprile 2010 da un'idea di Fabio Palombo, direttore creativo di una nota agenzia pubblicitaria, con il semplice intento di condividere attraverso Facebook pensieri ed emozioni suscitati dall'umanità che il treno proponeva.

Oggi i racconti sono giunti a 490 e raccontano momenti di vita indipendentemente dal contesto di produzione.

Inizialmente i brani venivano pubblicati solo sul social network ed erano letti da circa 30.000 utenti unici. Con gli spettacoli di reading, nei quali si avvicendano attori, cantautori e musicisti, è stata poi proposta al pubblico una fruizione diversa, legata all'ascolto e all'immediatezza.

Dall'Ottobre 2013 TrainDogs è divenuto anche un libro "TrainDogs - Storie di uomini e di donne" edito da et.al.

Pagina Facebook dei TrainDogs: https://www.facebook.com/pages/TrainDogs/119163774787624?fref=ts

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

TrainDogs: al Maschio Angioino il reading musicale dei racconti in 11 righe nati su Facebook

NapoliToday è in caricamento