Tour "Sacro & Profano - I due volti di Napoli"

Racconteremo l'anima partenopea, il rapporto viscerale tra fede e superstizione.
Napoli, città contraddittoria per natura, in grado di ammaliare chiunque, proprio come una sirena. Quest' anima dualistica la si respira nel suo ventre: il Centro Storico.

Una città che da sempre si affida ai santi, più di 50 Patroni, ma prima di loro è stato il tempo della Magia con Virgilio.
Napoli che ha sacralizzato riti pagani come il culto delle anime pezzantelle, che esprime la fede attraverso le edicole votive sparse nei vicoli, il culto dei Dioscuri, il simbolismo delle statuette presepiali.
Il mito che diventa rito e che permette di allacciare passato e presente, vita e morte, luce e ombra.

Partiremo da Piazza san Domenico, una targa misteriosa e dei versi ermetici daranno il via al tour. Attraversando i vicoli del centro storico
scopriremo l' arte contemporanea delle splendide opere di vari street artists ispirati dall'arte antica.
Continueremo su via Nilo col tempio di Iside e i riti Alessandrini, vi narreremo della testa di cavallo di Virgilio, il cavallo avvolto dalla leggenda!
Esiste il Purgatorio? A Napoli, nessuno ne dubita. Il Purgatorio non è un luogo, bensì una condizione. Ma a Napoli, subito diventa uno spazio fisico attraverso le edicole votive.
Bisogna cercarle con attenzione camminando tra i vicoli, e scorgerle scavate dentro pareti di tufo o microscopici altarini.
Vi racconteremo com è nato il lotto, la "scienza" della divinazione.
Proseguiremo verso il culto di Demetra, della Patrona San Patrizia e racconteremo del simbolismo delle statuette presepiali di San Gregorio Armeno.
Continueremo lì dove la Napoli sacra fu fondata, Piazza San Gaetano.
Sosteremo alla piccola fabbrica di "Limonè" dove guarderemo un ottimo limoncello e avremo la possibilità rara di vedere i resti di un tempio dei Dioscuri che si nasconde nel loro retrobottega.
Giungeremo dove il Patrono dalla faccia gialla riposa. San Gennaro, il Santo a cui è dedicato il tesoro più ricco del mondo.
Giungeremo agli scavi archeologici di Carminiello ai Mannesi per concludere ai piedi della sirena Partenope con la fontana Spina Corona.

appuntamento: Sabato 11 luglio ore 17:30
a Piazza San Domenico

Durata 3 ore circa
 lingua italiana - audioguida
10€ contributo evento

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
 www.partenopexperience.com
partenopexperience@gmail.com
chiama o Whatsapp +39 366 319 1005

CONTRIBUTO
Preferibile pagamento anticipato tramite bonifico bancario.
Contributo a persona: 10 euro comprensivo di visita a cura di guida abilitata, audioguida (auricolari monouso)
Bambini fino a 6 anni gratis
Da 7 a 18 anni 6€ euro
POSTI LIMITATI - GRUPPO PICCOLO

N.B. In fase di prenotazione si prega di specificare: cognome, numero di persone ed un recapito telefonico attivo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Escursioni, potrebbe interessarti

  • Speciale tour alla scoperta del "Ventre di Napoli"

    • dal 27 novembre 2019 al 31 dicembre 2020
    • Punto d'incontro "Dolce e Amaro Caffè"
  • Viaggi nel Mistero: tour virtuali nel centro antico di Napoli

    • Gratis
    • dal 26 maggio al 30 novembre 2020
    • Centro antico di Napoli - You Tube "De Rebus Neapolis Channel"
  • Ghost Tour, percorso notturno tra i luoghi più infestati del centro antico di Napoli

    • dal 24 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Centro antico Napoli

I più visti

  • Speciale tour alla scoperta del "Ventre di Napoli"

    • dal 27 novembre 2019 al 31 dicembre 2020
    • Punto d'incontro "Dolce e Amaro Caffè"
  • A Capodimonte la mostra "Napoli, Napoli... di lava, porcellana e musica"

    • dal 22 settembre 2019 al 6 aprile 2021
    • Museo e Real Bosco di Capodimonte
  • Viaggi nel Mistero: tour virtuali nel centro antico di Napoli

    • Gratis
    • dal 26 maggio al 30 novembre 2020
    • Centro antico di Napoli - You Tube "De Rebus Neapolis Channel"
  • A Capodimonte la mostra "Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli"

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 gennaio 2021
    • Museo e Real Bosco di Capodimonte
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento