menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Enzo Moscato (foto Napoli Teatro Festival)

Enzo Moscato (foto Napoli Teatro Festival)

Teatro Nuovo, stagione al via con Moscato e le sue Quattro giornate

Inizia il 28 settembre la stagione del Teatro Nuovo di Napoli: si parte con le Quattro giornate di Moscato nello spettacolo "Napoli 43", per festeggiare i 70 anni della liberazione della città

Con lo spettacolo di Enzo Moscato “Napoli 43”, che celebra i 70 anni dalle Quattro giornate e la liberazione della città dai nazisti, si aprirà il 28 settembre la stagione del Teatro Nuovo, storica sala dei Quartieri spagnoli, che propone 15 titoli fino al aprile 2014 con in scena, tra gli altri, Stefano Accorsi, Marco Baliani, Gregorio Paolini, Mariano Rigillo.
"Un atto di amore civile che sto preparando da tempo - spiega Moscato - un lavoro di scrittura e di reinvenzione che ha come oggetto di riflessione la storia". Protagonisti Antonio Casagrande, Benedetto Casillo e Cristina Donadio, scene di Mimmo Paladino.

Varietà di linguaggi e contenuti nel cartellone, con due testi di Eduardo De Filippo nel trentennale della morte: al 29 ottobre Fausto Russo Alesi sarà il solo interprete di “Natale in casa Cupiello” mentre dal 22 novembre arriverà la “Medea” da Seneca di PierPaolo Sepe, dopo il debutto al Piccolo di Milano, e A.H di Antonio Latella. Dicembre si aprirà con il “Ferito a morte” di Raffaele Lacapria letto da Rigillo, seguito da “Totò e Vice” dell'autore-poeta palermitano Franco Scaldati, recentemente scomparso. Nelle feste natalizie sarà riproposto il successo “Jucature”, riadattamento in napoletano da Pau Mirò. La programmazione curata dal teatro Pubblico Campano diretto da Alfredo Balsamo continua nel 2014 con “Pretty, un motivo per essere carino” di Neil LaButre con Filippo Nigro, Fabrizia Sacchi e Paolo Briguglia; “Sik Sik l'artefice magico” di Eduardo, regia di Sepe con Casillo; “Cronaca di una crisi annunciata” originale live-set sui temi dell' economia di Tiziano Turci; “Itis Galileo” di Marco Paolini; “Giocando con l'Orlando” di Marco Baliani in scena con Accorsi. Completano l'offerta il classico “Cabaret Yiddish” di Moni Ovadia, e “Identità” di Baliani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Attualità

Concorsone Sud 2800 posti: le date della prova scritta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento