"La Fabbrica dei Sogni", Sal Da Vinci in scena al Teatro Lendi

È arrivato uno dei momenti più attesi della stagione 2019/2020 al Teatro Lendi, in via A. Volta 176 (strada provinciale Grumo Nevano-Sant’Arpino). Da mercoledì 29 gennaio a venerdì 31 gennaio (ore 21), in abbonamento e sabato 1 (ore 21) e domenica 2 febbraio (ore 18), fuori abbonamento, in palcoscenico ci sarà Sal da Vinci in “La Fabbrica dei Sogni”, scritto da Sal Da Vinci e Ciro Villano. Uno spettacolo che vede al fianco di Sal Da Vinci una straordinaria Fatima Trotta. Nel cast: Francesco Da Vinci, Ettore Massa, Ciro Villano, Daniela Cenciotti, Enzo Fischetti, Federica Celio. La direzione artistica e la coreografia sono a cura di Marcello e Mommo Sacchetta. La supervisione artistica è di Lello Arena.

Note di regia
In un vecchio manicomio abbandonato vive, dimenticato dal mondo, un cantautore che non vuole lasciare l’edificio in attesa di essere abbattuto. Quella è la sua casa ed il posto dove è cresciuto, scrivendo le canzoni che lui immaginava avrebbe potuto cantare un giorno in un teatro vero. Un agente di polizia municipale, incaricato di portarlo via di là, si fa convincere dall’artista pazzo e sognatore nel folle progetto di trasformare quella casa di cura - che ospita anche altri personaggi, reietti della società- in qualcosa che possa realizzare i loro sogni: un teatro che ospiti un vero spettacolo, portato in scena proprio dagli abitanti di quel vecchio ospedale psichiatrico: i pazzi… Perché i pazzi non credono nei sogni … i pazzi vivono nei sogni!

I PROSSIMI SPETTACOLI
Dal 5 al 7 febbraio, alle 21, in scena ci sarà Serena Autieri in “Rosso Napoletano”, scritto e diretto da Vincenzo Incenzo. Il 14 febbraio, c’è Valentina Stella per il concerto di San Valentino. A grande richiesta di pubblico, torna in scena, il 18 e il 19 febbraio, alle 21, Biagio Izzo con “Tartassati dalle tasse”, scritto e diretto da Eduardo Tartaglia, che ha aperto il cartellone della stagione 2019/2020. Il 20 e 21 febbraio arriva Massimo Ranieri con “Sogno e Son desto 500 volte”. Grande chiusura per il mese di febbraio con Eduardo De Crescenzo e “Essenze jazz” (28 febbraio).

Marzo si apre con Simone Schettino in “Se tocco il fondo sfondo”, scritto da Schettino e Vincenzo Coppola (dal 4 al 6 marzo: ore 21). Sarà poi la volta di Franco Ricciardi in concerto (13 marzo: ore 21). Appuntamento, poi, con un pezzo importante della storia teatrale nazionale, dal 25 al 27 marzo (ore 21), con Peppe Barra in “Monsignore”, in scena con Patrizio Trampetti, scritto da Peppe Barra e Lamberto Lambertini, che ne cura anche la regia. 

Dall’1 al 3 aprile, alle 21, ci sono Lucio Pierri e Ida Rendano in “La scommessa”, scritto da Lello Marangio insieme a Pierri, a cui è affidata la regia. Chiude il cartellone “Verso il mito Edith Piaf”, con Francesca Marini e Massimo Masiello, in scena dal 15 al 17 aprile.


Informazioni e prenotazioni:
0818919620 – 3478572222 – 3403810912
www.teatrolendi.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Trianon, tutti i concerti e gli spettacoli in programma per la stagione 2020/2021

    • dal 30 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Trianon Viviani
  • 30 anni di Galleria Toledo: 20 spettacoli per la nuova stagione

    • dal 27 ottobre 2020 al 23 aprile 2021
    • Teatro Galleria Toledo

I più visti

  • A Capodimonte la mostra "Napoli, Napoli... di lava, porcellana e musica"

    • dal 22 settembre 2019 al 6 aprile 2021
    • Museo e Real Bosco di Capodimonte
  • Tour Napoli Celata: Dal Giardino segreto alla Chiesa del Re maledetto

    • dal 26 gennaio al 31 luglio 2021
    • Napoli
  • Trianon, tutti i concerti e gli spettacoli in programma per la stagione 2020/2021

    • dal 30 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Trianon Viviani
  • Gli Etruschi e il MANN: la grande mostra al Museo Archeologico di Napoli

    • dal 12 giugno 2020 al 31 maggio 2021
    • Mann- Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    NapoliToday è in caricamento