Napoli incontra l'Avana al ristorante George's del Grand Hotel Parker's

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Napoli incontra L'Avana a tavola e nel fumoir. Atmosfere che, sfogliando il libro degli ospiti del Grand Hotel Parker's, richiamano Clark Gable, oppure il grande Eduardo De Filippo, quando, centellinando un "Cubano", si affacciavano dalla terrazza sul Corso Vittorio Emanuele. O la sagoma, con il sigaro fra le dita, del profeta del futurismo, Filippo Tommaso Marinetti, il cui panama bianco si sovrapponeva alla vista di Capri, in controluce dal roof garden dell'albergo.
Martedì 30 ottobre, si ricrea al Grand Hotel Parker's, l'atmosfera che ricorda alcuni dei personaggi che hanno lasciato il segno nella sua storia centenaria, legati dal filo del fumo lento del sigaro. Pregiati cubani, offerti, presentati ed illustrati da un'autorità del settore a Napoli, Linda Sarnacchiaro, saranno abbinati a una selezione di rhum Havana e cioccolato nero, in una degustazione multisensoriale per palati raffinati.
Il momento del "Cigar Aficionados", nell'area riservata del Bidder's Bar del Grand Hotel Parker's e sulla Terrazza delle Muse dell'albergo - meteo permettendo - sarà preceduto da una cena gourmet al ristorante George's dell'hotel, in cui lo chef Baciòt rende omaggio agli aromi del cacao, del rhum e del tabacco, che vanno a fondersi con i sapori della tradizione napoletana in un menù esclusivo da gustare con il sottofondo della musica soft swing suonata dal vivo.
Sigaro, rhum, cioccolato come esaltazione dei sensi, in un'atmosfera di ovattato relax che sarà condivisa da una selezionata cerchia di appassionati del fumo lento, che attraverso un complice passaparola hanno contribuito a creare l'evento. Resta aperta una finestra per nuovi "adepti", che hanno voglia di trasportare, per una sera, il palato e gli altri sensi, in una nuova dimensione del gusto (solo su prenotazione, allo 081.7612474).

Torna su
NapoliToday è in caricamento