Metamorpho al Teatro Piccolo Bellini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

RECENSIONE

Al Piccolo Bellini saranno di scena sino al giorno 11 novembre con"Metamorpho" la bravissima Antonella Morea coadiuvata da Agostino Chiummariello, il regista attore Michele Danubio, Laura Borrelli, Sergio Fenizia e Vittorio Passaro.

É l´alba, forse il medico, l´ennesimo medico, per questo continua a non capire. C´é Raffaele Palumbo che dorme rannicchiato sotto le coperte mentre sua sorella, iperprotettiva come sempre, cerca di spiegare a parole sue, il caso.

C'è un segreto in ballo, un segreto che potrebbe distruggere le loro vite. Un segreto maledetto che fa paura,dove speranze e attese, domande e risposte non trovano ancora il loro posto.

Una tragicomica rappresentazione di una famiglia napoletana in una casa con poche luci e molte ombre dove non é possibile fare entrare il mondo esterno. É l´epoca di internet in cui con un semplice clic si sa tutto di tutti, dove i media sono pronti come sciacalli a gettarsi sull´osso della curiositá, l´epoca della curiosità morbosa dei vicini di casa o dei vecchi amici che é pronta ad approfittare delle debolezze altrui per i propri fini. Quel segreto viene svelato e tutto si trasforma in parodia. Da quel momento prendono forma i personaggi come la religiosa Assunzione, il garzone della salumeria che sbaglia, evvero, nel portare la spesa, ma nella sua mente nascono forse idee e progetti capaci di cambiare il mondo.

Su tutti, come accennato, lo sfortunato Palumbo, che dichiarato pazzo da chi dovrebbe amarlo incondizionalmente come l´imponente sorella Teresa.

In conclusione due atti che scivolano via rapidi, con il nutrito pubblico in rispettoso silenzio aspettandosi un colpo di scena improvviso. Il protagonista non era pazzo, non era stato rapito dagli alieni, il suo mal di stomaco non era frutto di gestazione extraterrestre, solo un tumore che estirpato egregiamente ha riportato le cose al loro posto e la conseguente serenitá familiare.

 

Torna su
NapoliToday è in caricamento