Marigliano, presentata al Castello Ducale la terza edizione di “Gens Mariliani”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Grande partecipazione di pubblico per la presentazione della kermesse storica che animerà la Città di Marigliano nei giorni 4 e 5 maggio 2013.

Il Castello Ducale di Marigliano ha ospitato, giovedì 14 marzo, la presentazione della terza edizione dell'evento "Gens Mariliani - La Corte del Duca", organizzato dall'Associazione Panpolis, e che si svolgerà il 4 e 5 maggio 2013. Ottima la risposta da parte della cittadinanza, che numerosa ha raccolto l'invito a partecipare ad una serata amichevolmente conviviale, durante la quale sono state illustrate le linee guida del progetto e presentate le azioni già messe in campo per la sua realizzazione. A spiegare le ragioni alla base della volontà di organizzare un simile evento sono stati Pasquale Beneduce, membro del direttivo associativo, e Giuseppe Aselli, Presidente dell'Associazione Panpolis, che hanno delineato le motivazioni fondanti la manifestazione ed elogiato il grande coinvolgimento finora dimostrato soprattutto da parte di giovani e giovanissimi. L'esposizione del canovaccio dell'evento è stata affidata, invece, a Simone Ottaiano, Account dell'Agenzia SEMA, incaricata del piano di comunicazione della kermesse. Il progetto, nasce dal desiderio di animare la comunità di Marigliano attraverso la riproposizione di alcuni episodi significati del passato della città, che nei secoli addietro ha rivestito un ruolo di non secondaria importanza nell'area dell'Agro-Nolano. La sua posizione strategica, a cavallo della Strada Regia delle Puglie, che per lungo tempo ha rappresentato l'unica via di collegamento tra l'area tirrena e quella adriatica del Sud Italia, ha posto Marigliano, infatti, in una favorevole condizione di sviluppo, attirando al contempo le mire di diversi signori e feudatari. Recuperare questo particolate aspetto della città può essere una valida occasione per instillare nuovamente negli abitanti locali l'orgoglio di appartenere alla propria realtà territoriale, divenendone entusiasti ambasciatori anche verso l'esterno. Filo conduttore dell'evento è una vicenda storica che ha visto protagonista la Città di Marigliano all'inizio del Quattrocento: la battaglia tra il condottiero Andrea Fortebracci e Annechino Mormile, ribellatosi alla regina Giovanna II. L'evento farà rivivere, attraverso rappresentazioni storiche in costume e l'utilizzo di ambientazioni caratteristiche del tempo, le gesta dei protagonisti della storia locale, oltre che l'aria tipica che si respirava in una città del Tardo Medioevo, epoca in cui si svolsero i fatti. I giovani membri dell'Associazione Panpolis e gli alunni delle istituzioni scolastiche locali, tra cui forte è la presenza degli allievi del Liceo Scientifico C. Colombo e dell'IPIA Galileo Ferraris, con le quali l'Associazione Panpolis ha sottoscritto un protocollo d'intesa, daranno vita, infatti, ad una vera e propria rievocazione storica dell'ambiente tipico di una città medioevale, con la rappresentazione di un mercato dell'epoca e l'organizzazione di visite guidate recitate e in costume all'interno della corte del Castello Ducale, aperto al pubblico per la due giorni grazie alla collaborazione delle Figlie della Carità di San Vincenzo De Paoli. Momenti di grande spettacolo animeranno l'evento, come il corteo storico che attraverserà le vie del centro storico e l'esibizione dei Trombonieri Senatore di Cava de' Tirreni. Tanti elementi, dunque, che concorreranno ad animare la realtà culturale e sociale della Città di Marigliano che intende riappropriarsi di un pezzo della sua storia a lungo dimenticato.

Torna su
NapoliToday è in caricamento