menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maggio dei Monumenti 2013, appuntamento dal 4 maggio al 2 giugno

Il titolo di questa edizione: "Attraverso Napoli. Chiostri, cortili e sagrati". I numeri: 100 e più i chiostri e i cortili aperti, 68 tipi di visite guidate, 80 proposte di performance e eventi tra narrazioni, teatro, reading, concerti, sfilate

Presentazione alla stampa del programma del Maggio dei Monumenti che quest'anno ha per titolo  ATTRAVERSO NAPOLI. Chiostri, cortili e sagrati. Appuntamento dal 4 maggio al 2 giugno 2013.

L'EVENTO - Napoli rete di pietre e di luce, Napoli porosa, Napoli di sguardi. Ogni anno dentro questo tessuto, il Maggio dei Monumenti è ormai da molti anni una traccia che guida cittadini e turisti.  Se l’anno scorso abbiamo disegnato i dodici itinerari della città dal centro storico alle sue diramazioni, quest’anno nel disegno si inscrivono i cortili, i chiostri e i sagrati. Attraverso Napoli, attraverso i suoi spazi aperti nel groviglio della città. Camminando per le strade del centro spesso  lo sguardo si posa su spiragli di luce che aprono la vista a scorci straordinari: cortili, chiostri sagrati che spesso notiamo solo di sfuggita, precludendoci il piacere sostare in luoghi di estrema bellezza, impreziositi da dettagli architettonici, artistici e floreali. Ci è parso opportuno invitare cittadini e turisti a soffermarsi in questi luoghi, visitarli, apprezzarne i particolari e ad assistere alle manifestazioni eventualmente organizzate in loco.

Un’idea, nata e condivisa con Curia e Soprintendenze in un tavolo aperto fin da dopo Natale,  per condividere il tema e censire e individuare i siti (potenzialmente oltre 200 in tutta la città)

Questo programma – realizzato a costo zero per l’amministrazione comunale tranne che per i servizi (assessorato alla cultura non ha dotazione economica dai fondi ordinari a partire da luglio 2012) sarà il Maggio della città e dei suoi cittadini: soggetti, istituzioni, gruppi, associazioni, cittadini, artisti, tutti riuniti in un unico programma che appartiene alla città e ai suoi visitatori, fatto di numerose proposte ricevute dall’assessorato nel corso degli ultimi due mesi fino a ieri.

C’è sobrietà (che i tempi di crisi di impongono) in questo programma ma c’è grande ricchezza di idee e consapevolezza, cura per partecipazione del pubblico e protagonismo dei cittadini, al centro di una politica culturale che pone come principio fondante del proprio programma la cultura e i beni culturali come bene comune, da vivere ed abitare in modo ordinario e quotidiano.

VIDEO: LA CONFERENZA STAMPA

Ancora una volta i giovani studenti dell’Accademia di Belle Arti hanno immaginato la campagna visiva del Maggio dei Monumenti, offrendo il loro sguardo fresco e creativo all’arte e alla storia della città. Una bellissima campagna che con propria luce illuminerà le strade della città con la bellezza dei suoi cortili.  Questa collaborazione si inscrive nel più ampio protocollo tra gli enti che viene sottoscritto proprio a consolidare il processo già sperimentato con successo per le campagne del Maggio 2012 e del Natale.

Il Maggio dunque presenta un calendario intenso di scoperte, visite, eventi e spettacoli che renderanno piacevole la permanenza a Napoli dei turisti.

Alcune aperture straordinarie come quella del Monastero di Clausura Santa Maria in Gerusalemme detto delle Trentatre, visite teatralizzate al Suor Orsola di Benincasa, a Castel Capuano, dove aprirà in via eccezionale una sezione espositiva di documenti rari della Biblioteca De Marsico, e performance nei siti più diversi, cortili e sagrati che diventano palcoscenici sui Decumani, nella Sanità, nei quartieri Spagnoli, lungo le Scale della città.

2 percorsi tematici speciali sempre lungo i cortili e i chiostri:

  •  Napoli città di Boccaccio , dedicato ai luoghi di Boccaccio le cui novelle saranno narrate da giovani attori in 10 cortili diversi (luoghi legati al Decameron o all’autore) in tutti i fine settimana (da un’idea di Giancarlo Alfano);
  • la musica e la canzone napoletana in collaborazione con la Rai Radio e Radio Web Rai e archivio sonoro, e connesso anche alla Mostra per i 50 anni della Rai di Napoli.

La manifestazione è caratterizzata da una molteplicità di eventi e dalla capillarità della loro presenza sul territorio cittadino: ciascun luogo racconta la propria storia attraverso le testimonianze artistiche, architettoniche e archeologiche in esso sedimentate. Di particolare rilievo l’apertura per la visita di pubblico e scolaresche degli scavi della Villa Romana a Ponticelli, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica,  dei resti di una villa rustica a  Scampia e di una serie di siti a Agnano, Fuorigrotta e Bagnoli.

PER LA SEZIONE CHIOSTRI E CORTILI

100 e più i chiostri e i cortili aperti, visitabili o animati con attività durante il mese ed in particolare nei fine settimana; 

68 tipi di visite guidate (che si moltiplicano quasi sempre per due e per ogni  fine settimana) quindi un totale di oltre 600 opportunità di visite guidate, alcune ormai sempre più specialistiche e particolari;

80 proposte di performance e eventi tra narrazioni, teatro, reading, concerti, sfilate, cori, danza, musica che tracciano un vero percorso nei cortili e i giardini colorando gli spazi che tutta la stagione estiva possono essere abitati: dai noti Palazzo Reale, Castel Nuovo, Archeologico  e Capodimonte ai meno frequentati come Annunziata, Filomarino, Chiostrino della Certosa, Incurabili, Padri Passionisti, Sant’Eligio, S.Maria della Francesca delle Cinque piaghe ai Quartieri, , Conservatorio dello Spirito Santo,Palazzo Gravina.

PER LA SEZIONE OLTRE I CHIOSTRI

40 visite (quindi circa 200 possibilità) del tema del Maggio, tra cui le visite alle Stazioni dell’Arte;

76 occasioni di eventi, spettacoli, incontri, serate, convegni, concerti all’Achivio di Stato, al Museo Filangieri, alla cappella del Vasari, al Pio Monte, alla Floridiana, alla Domus Ars, incontri di Studio alla Chiesa della Compagnia della Croce, e inoltre Bruce Springsteen, WINE and the City, Park  to Park , Osare Jazz, giornate dedicate ai bambini e alla scuola , Musica al Mercato,  il 12 Dal Centro al mare per la settimana della Musica a scuola  e il 30 maggio a Piazza del Plebiscito  (Uff Scolastico Regionale e Ass. all’Istruzione)

25 mostre aperte stabili nel maggio tra cui si evidenziano:

  • 50 ANNI E (LI)DIMOSTRA  del Centro di produzione Rai di Napoli che apre la sua fabbrica al pubblico e racconta la sua storia;
  • Mostra degli allievi di Judit Hopf  di Francoforte alla Sala del Lazzaretto,
  • Disney di Comicom e Octavia Paz e Michel Pochet al Pan
  • Porta San Gennaro di Lello Esposito al Hotel Renaissance,
  • Relational alla Stazione Mergellina,
  • Antonello Leone  a Palazzo Reale
  • Restituzioni ancora a Capodimonte

E inoltre le attività proposte in alcuni siti specifici: il San Carlo, Accademia Belle Arti, il Conservatorio, San Domenico Maggiore, San Giovanni Maggiore, Gerolamini, Casina Pompeiana

Non mancano appuntamenti del Maggio nella città estesa e il programma di adozioni speciali realizzato da Fondazione Napoli 99 per La scuola adotta un monumento. Grazie ad un lavoro sinergico con gli operatori turistici ed i principali vettori quest'anno è stato possibile costruire pacchetti turistici sulla base delle principali manifestazioni che compongono il calendario del Maggio dei Monumenti, tra cui l'attesissimo concerto in Piazza del Plebiscito di Bruce Springsteen.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Attualità

Concorsone Sud 2800 posti: le date della prova scritta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento