Torna 'o Fucarazzo 'e Sant'Antuono

Una delle più antiche tradizioni dell'area Giuglianese nel mese di gennaio è quella del "fucarazzo". Nel giorno 17 gennaio, ricorrenza di S.Antonio Abate, come ogni anno, si riproporrà nei comuni dell'agro giuglianese, il caratteristico rito per il santo protettore degli animali e per estensione di tutto il lavoro agricolo, che verrà "omaggiato" col caratteristico rogo di fascine, anche come preghiera per un buon raccolto nella prossima estate.

A Giugliano, quest’anno, ad organizzare l'iniziativa, ad ingresso gratuito, sarà l'Associazione Tammurriata Giuglianese in collaborazione con l'associazione Liberal, la Parrocchia di San Pio X, il Circolo S.Antonio in Via Licante e la Proloco Città di Giugliano nel giorno sabato 16 gennaio dalle 18:00 alle 24:00 nel quartiere "Selcione", precisamente nell'area antistante la Chiesa di San Pio X.

Durante la serata, oltre al rito ancestrale di purificazione con l'accensione del fucarazzo e la benedizione degli animali da parte del Parroco don Tommaso D'Ausilio, sarà possibile degustare prodotti tipici, visitare mercatini di artigianato ed ascoltare musica popolare giuglianese con le paranze Mezzone, D'Alterio, Quartarola e altri gruppi.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • A Capodimonte la mostra "Napoli, Napoli... di lava, porcellana e musica"

    • dal 22 settembre 2019 al 6 aprile 2021
    • Museo e Real Bosco di Capodimonte
  • Tour Napoli Celata: Dal Giardino segreto alla Chiesa del Re maledetto

    • dal 26 gennaio al 31 luglio 2021
    • Napoli
  • Trianon, tutti i concerti e gli spettacoli in programma per la stagione 2020/2021

    • dal 30 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Trianon Viviani
  • Gli Etruschi e il MANN: la grande mostra al Museo Archeologico di Napoli

    • dal 12 giugno 2020 al 31 maggio 2021
    • Mann- Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    NapoliToday è in caricamento