menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Shopping natalizio

Shopping natalizio

Mercatini di Natale, bancarelle tra divieti e tradizione

Con l'obiettivo di dare visibilità e sviluppo commerciale e turistico alla città, il Comune ha "disciplinato" quanto potrà essere esposto nel corso della manifestazione. Con qualche sorpresa

Oltre 60 fiere previste, 2mila operatori impegnati, 27 quartieri coinvolti: il programma dei mercatini natalizi 2013 “darà voce e risalto – spiega il Comune di Napoli – a tutta la città”. L'obiettivo dell'amministrazione è una positiva ricaduta in termini di visibilità, sviluppo commerciale e turistico per Napoli. Uno scopo che il Comune si propone di raggiungere attraverso fiere disciplinate e che espongano merci specifiche.

Gli stand predisposti nelle varie municipalità, infatti, ospiteranno presepi e articoli natalizi, oggetti della tradizione napoletana, artigianato artistico e non, antiquariato, oggetti da collezione di produzione partenopea.

Ferreo invece il divieto di esporre fuochi d'artificio, merci “offensive al pubblico decoro”, apparecchi elettrici ed elettronici, oggetti preziosi. Ma anche armi e altri giocattoli da guerra, freccette e simili, pistole ad acqua, biglietti della lotteria, palloncini, oltre che merci abitualmente in vendita nei mercati settimanali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

  • Cronaca

    Lutto per il Gambrinus, è morta la storica cassiera

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento