Eventi

Festival Giovani Talenti «Premio Città di Sant’Anastasia»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Il Festival Giovani Talenti «Premio Città di Sant'Anastasia» nasce per dare una possibilità ai giovani artisti che desiderano distinguersi nel difficile mondo dello spettacolo. Ed è questo l'obiettivo con cui le tre organizzatrici, Marianna Porritiello, Marilisa Maione e Tiziana Pensati proposero tre anni fa l'idea della kermesse al sindaco di Sant'Anastasia Carmine Esposito che ha poi deciso di istituzionalizzare il premio. E alla fine della terza edizione si può dire che la scommessa è vinta, grazie alla Pmc Music Recording Studio che non ha smesso, durante tutti questi anni, di promuovere talenti e all'amministrazione comunale che ci ha creduto. Nella finale di sabato infatti, la giuria era sì presieduta da Beppe Vessicchio, che però non ha voluto esprimere voti, ha fatto di più. «Ho ascoltato uno dei concorrenti - ha detto il maestro Vessicchio dopo la premiazione dei vincitori - e ho deciso che, se vorrà, lo porterò con me, a mie spese, al Concorso Internazionale che si terrà ad Assisi a metà ottobre. Vorrei prolungare il sogno di JD, lui si è assunto un impegno e voglio assumermelo anche io». JD, il rapper in gara con la canzone che lui stesso ha pensato, scritto e cantato, «Ciack si gira». Ed è una vittoria per la Pmc Music e per Marianna Porritiello che ha creduto in lui, «creatura» nata proprio nella scuola di via De Curtis. Una vittoria per il maestro Diego Perris e per Armando Taranto che hanno arrangiato il pezzo, una vittoria doppia per JD, ex tossicodipendente ed ora ospite della comunità «Il Pioppo» di Somma Vesuviana dove il suo compito è occuparsi della cucina. Ha vinto la sua battaglia contro la droga ed ha creduto in sé stesso, nelle sue capacità, finché anche altri hanno creduto in lui. «Sono contento ed emozionato - dice il rapper, al secolo Gennaro De Rosa, di Casavatore - ringrazio la Pmc e il maestro Vessicchio». Il testo di «Ciak si gira», scritto da JD è un atto d'accusa contro la società e la politica dei nostri tempi («La sinistra e la destra fanno le unioni, mi sembrano Alì Babà e i quaranta ladroni», una delle strofe del brano che si scaglia anche contro produzioni tv come Il Grande Fratello e l'Isola dei Famosi) che durante la gara ha strappato applausi a profusione. «Avevo scritto altre canzoni - dice il giovane - ma questa è la prima che canto». E se nella sua canzone ripete «Ciack si gira, male la prima stiamo un po' peggio di prima», stavolta, per la gioia di tutti, è andata meglio: buona la prima, è il caso di dire. Ad ottobre sarà ad Assisi con il maestro Vessicchio che a febbraio prossimo sarà invece impegnato a Sanremo e chissà che, con la vincitrice del Festival Giovani Talenti, la leccese Giulia Marzano, non vi approdi anche il rapper. Aveva altri sogni, JD che, prima di perdersi nel tunnel della tossicodipendenza, giocava a calcio con una squadra toscana. Ora ha a portata di mano una realtà molto più bella. La partecipazione del rapper al Festival Premio Città di Sant'Anastasia nasce grazie al connubio della Pmc Music Recording Studio con la comunità «Il Pioppo» e, fino al momento della proclamazione dei vincitori, né la giuria né il pubblico sapevano chi fosse il concorrente frutto di questa sinergia. «Lavoriamo per soddisfazioni come questa - dice Marianna Porritiello - quando JD ci ha fatto ascoltare il brano, ancora senza una base musicale, abbiamo capito subito che poteva andare lontano, il gesto del maestro Vessicchio ci onora e ci ripaga di tanti sacrifici». «Siamo fieri - dice il sindaco di Sant'Anastasia, Carmine Esposito - che dalla nostra città che Vessicchio ha definito "terra della musica" possa spiccare il volo, anche grazie a noi e al Festival, un giovane talento».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival Giovani Talenti «Premio Città di Sant’Anastasia»

NapoliToday è in caricamento