“Festival della Cultura Napoletana”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Il dna partenopeo in mostra a Villa Bruno. La Carovana della Solidarietà e l'Associazione Anima Mediterranea, guidati da Rosario Rivieccio e Angela Battiloro, organizzano il "Festival della Cultura Napoletana".

Sarà la villa settecentesca di San Giorgio a Cremano ad ospitare venerdì 14 Giugno 2013, a partire dalle ore 19.00, una serie di mostre, esposizioni, spettacoli danzanti, musicali e teatrali della cultura partenopea. Sul palco si alterneranno maestri di musica, voci di tenori e soprani, assoli musicali e "la partecipazione straordinaria di Mirna Doris", annuncia l'organizzatrice, Clementina Sasso. Per l'occasione, la celebre interprete di canzoni classiche napoletane riceverà il Premio alla Carriera.

"In un periodo difficile di tagli ed emergenza, ben venga l'organizzazione delle associazioni", ammette l'assessore torrese, Claudia Sacco. E l'organizzazione continuerà anche dopo l'evento, "con la promozione delle Botteghe Scuola - aggiunge la direttrice artistica, Angela Battiloro - un modo culturale e solidale per rilanciare con alcuni istituti torresi la cultura del nostro territorio".

Organizzato in collaborazione con la Pro Loco di Torre del Greco, il Corpo di Napoli, e le associazioni Sothis, Anchioleali, Etnica Ditirambo, Gymnasium, Mondo Fatato e Aps Oratorio Don Bosco Basilica di Santa Croce, l'evento gode anche del patrocinio morale del Comune di Torre del Greco e del Comune di San Giorgio a Cremano.

Per l'occasione, in Villa Bruno verrà allestito anche un mercatino per la vendita di prodotti tipici locali, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza all'ANMIL (Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi del Lavoro). Alla conferenza stampa di presentazione l'ANMIL ed il sindaco Gennaro Malinconico hanno anche preventivato un'intesa per realizzare, il prossimo mese di ottobre, una giornata in ricordo dei cittadini deceduti sul posto di lavoro.

Torna su
NapoliToday è in caricamento