Danza contemporanea con “Sex-Ting”

Dal 29 al 31 gennaio, per la prima volta sul palco del Nuovo Teatro Sanità arriva la danza contemporanea, con Sex-Ting, progetto a cura di Gennaro Maione. L'artista, interprete sul palco al fianco di Giada Maisto e Mariarosaria Saviano, firma anche le coreografie e la regia insieme a Roberto Matteo Giordano. Partendo dalla pratica del cyber-sex, diffusa anche tra i giovanissimi, Maione si propone di indagare l'argomento come punto di partenza per una più ampia indagine scenica sul contraddittorio universo emotivo e sessuale dell'uomo.

Il desiderio, il piacere, la fantasia e la curiosità che spingono verso il sesso virtuale sono gli elementi da cui prende il via la ricerca dell'artista. Il cyber-sex nasce come forma di comportamento in cui i partecipanti simulano, ostentano e a volte fingono, attraverso qualsiasi supporto informatico e telematico, di avere quasi o del tutto rapporti sessuali. Mediante fotografie o in video-chat viene stimolata la fantasia erotica di chi ne prende parte. Spesso è un fenomeno che interessa gli adolescenti, il più delle volte coinvolti in situazioni scomode, quasi inconsapevolmente. Sex-Ting affronta una quotidianità in cui s'impone prepotente la pornografia. Ma non solo la pornografia sfacciata, condannata dalla società nelle sue degenerazioni e perversioni, bensì la pornografia, intesa come violenza, perpetrata ogni giorno in società, attraverso le notizie di morte, i disastri ambientali e le sopraffazioni verbali e fisiche.

I diversi linguaggi artistici usati in scena sono volti ad instaurare un rapporto di comunicazione immaginativa con lo spettatore che è continuamente sollecitato e stimolato ad assumere un sempre diverso stato emotivo. Nelle parole dell'ideatore del progetto: «La scena diventa camaleontica. Da perversa stanza del sesso a ludoteca, da caotico deposito a luogo adatto ad espellere le emozioni, quelle più perverse, anomale e degenerate». Passando per il gioco, il divertimento, ma anche la malinconia, lo spettatore viene inglobato nella scena e nell'arte che, proseguendo con quanto afferma Gennaro Maione: «è uno degli strumenti più efficaci per sfaldare gli stereotipi concettuali che concorrono a marginalizzare il porno nelle solite categorie rozze e noiose. Proprio perché l'arte, considerata alta e privilegiata, gode di quella legittimità sociale che permette di affrontare l'argomento secondo molteplici punti di vista».

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Trianon, tutti i concerti e gli spettacoli in programma per la stagione 2020/2021

    • dal 30 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Trianon Viviani
  • 30 anni di Galleria Toledo: 20 spettacoli per la nuova stagione

    • dal 27 ottobre 2020 al 23 aprile 2021
    • Teatro Galleria Toledo

I più visti

  • A Capodimonte la mostra "Napoli, Napoli... di lava, porcellana e musica"

    • dal 22 settembre 2019 al 6 aprile 2021
    • Museo e Real Bosco di Capodimonte
  • Tour Napoli Celata: Dal Giardino segreto alla Chiesa del Re maledetto

    • dal 26 gennaio al 31 luglio 2021
    • Napoli
  • Trianon, tutti i concerti e gli spettacoli in programma per la stagione 2020/2021

    • dal 30 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Trianon Viviani
  • Gli Etruschi e il MANN: la grande mostra al Museo Archeologico di Napoli

    • dal 12 giugno 2020 al 31 maggio 2021
    • Mann- Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    NapoliToday è in caricamento