Cilento presenta l'ottava edizione di strane coppie

Strane Coppie è una manifestazione letteraria organizzata dalla scrittrice e giornalista napoletana Antonella Cilento. L'ottava edizione è in programma a partire dal 7 aprile fino al 9 giugno. A scadenza settimanale giornalisti, scrittori e critici letterari si incontrano per discutere di nomi della letteratura mondiale e dei temi suggeriti dalle loro opere.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Ci sono tutti i temi caldi del dibattito culturale attuale nel programma dell'ottavo ciclo di "Strane Coppie", la rassegna culturale a cura di Antonella Cilento e del suo laboratorio di scrittura Lalineascritta. Sette incontri, sempre di giovedì (ore 18:00), dal 7 aprile al 9 giugno 2016 - stavolta anche con una tappa milanese - per affrontare, grazie all'aiuto dei grandi classici della letteratura mondiale e al contributo di illustri scrittori, traduttori e giornalisti, le problematiche delle città e delle periferie, in cui si posano sguardi stranieri, spesso laterali e divergenti rispetto a quelli abituali, che danno vita a maestose narrazioni di luoghi e passioni. Ma a "Strane Coppie" si parlerà anche di scuola e delle problematiche legate all'educazione e all'insegnamento in generale, nonché della nostra società contemporanea, in continua oscillazione tra denaro e libertà, tra frenesia e bisogno di lentezza.

La rassegna "Strane Coppie" è realizzata grazie al prezioso contributo di BPM-Banca Popolare di Milano, dell'Istituto Banco di Napoli - Fondazione e in collaborazione con l'agenzia di viaggi Scoop Travel, con Domus Ars Centro di Cultura, il Comune di Napoli per il Complesso di San Severo al Pendino, con il Complesso Monumentale Sant'Anna dei Lombardi e con la partecipazione di MOOKS Mondadori Bookstore (piazza Vanvitelli), di WAN-Weekend a Napoli e B&B Pietrasanta.

Ma passiamo al programma: si comincia giovedì 7 aprile 2016 (ore 18:00, Sala Marrama Fondazione Banco Napoli, Palazzo Ricca, via Tribunali 213 - Napoli) con Norman Gobetti e Massimo Rizzante che si confronteranno sul tema Pesi massimi: denaro o libertà? Da un lato la Pastorale Americana di Philip Roth, dall'altro L'insostenibile leggerezza dell'essere di Milan Kundera: Stati Uniti verso Europa, il grande romanzo americano e il grande romanzo europeo. Due monumenti viventi, amatissimi dal grande pubblico e dalla critica: guerra e commercio, denaro e libertà. Diverse idee di letteratura, autentici pesi massimi contemporanei raccontati dai loro traduttori. Letture di Orlando Cinque.

Si prosegue con la tappa milanese di giovedì 14 aprile 2016 (ore 18:00, Palazzo Corio Casati, Sala delle Colonne, Banca Popolare di Milano, via San Paolo 12) con Bruno Nacci e Francesco Durante che affronteranno il tema Città rileggendo per il pubblico Il ponte della Ghisolfa di Giovanni Testori e Manhattan Transfer di John Dos Passos (letture di Federico Zanandrea).

A confronto Milano e New York, due grandi autori dotati di lingue narrative sperimentali e due periferie dell'anima: una coppia impegnativa e internazionale per raccontare chi siamo, in cosa ci stiamo trasformando e come sono mutate le nostre idee di città.

Si ritorna a Napoli, nel cuore del centro storico, giovedì 21 aprile 2016 (ore 18:00, Domus Ars Centro di Cultura, via Santa Chiara 10) con Stranieri a Napoli. A confronto Il Calore di Fabrizia Ramondino e Requiem per il Campanaro di Gustaw Herling, preziosi strumenti nelle mani del professor Giuseppe Merlino e della giornalista Titti Marrone: i deboli, gli ultimi, le "creature" di Napoli protagonisti delle storie di due straordinari narratori dallo sguardo "straniero". Gustaw Herling, testimone della tragedia dei gulag, ha scritto e vissuto in città dal dopoguerra, a lungo dimenticato dai napoletani; Fabrizia Ramondino, fra le maggiori autrici italiane del secondo Novecento, dopo aver vissuto in Spagna e in Germania, è tornata a Napoli e al suo centro storico, dove aveva collaborato a fondare l'Associazione Risveglio Napoli e la Mensa Bambini Proletari. Letture di Gea Martire.

Quarto appuntamento, giovedì 28 aprile 2016 (ore 18:00, Sala Vasariana, Complesso Monumentale di Sant'Anna dei Lombardi, piazza Monteoliveto 41) con Sandra Petrignani ed Elisabetta Rasy chiamate a confrontarsi sulle Passioni (impossibili). Anna, Soror primo lungo racconto di Marguerite Yourcenar concepito nel 1925 a Napoli dopo una visita a Sorrento e a Paestum, delicato intreccio sul tema della passione e dell'incesto, sontuoso catalogo di luoghi napoletani fra cui Sant'Anna dei Lombardi (scelta ad hoc come sede dell'incontro), dialoga a distanza con un piccolo capolavoro, Il Diavolo in corpo, opera di un giovanissimo Raymond Radiguet, scritto nel 1921 e opera unica di un autore destinato a morire poco più che ventenne. Letture di Enzo Salomone.

C'è Una nuova idea di scuola al centro del quinto incontro di giovedì 12 maggio 2016 (ore 18:00, Domus Ars Centro di Cultura, via Santa Chiara 10): Eraldo Affinati e Anna Maria Carpi sono chiamati a confrontarsi su Lettera a una professoressa di Don Milani e Tesoretto dell'amico di casa renano di Johann Peter Hebel. La scuola, l'insegnamento, la cura della comunità: attraverso un classico italiano molto noto ed amato come la figura del suo autore, Don Milani, e uno tedesco, considerato esemplare da Italo Calvino e Walter Benjamin, a cavallo fra Ottocento e Novecento: un ragionamento intorno al senso dell'insegnare e dell'avere cura di sé, in occasione, anche, dell'uscita del nuovo romanzo di Eraldo Affinati dedicato a Don Milani. Letture e monologo di Nunzia Antonino.

Melania Mazzucco e Laura Bosio saranno, poi, le protagoniste del penultimo appuntamento della rassegna, giovedì 19 maggio 2016 (ore 18:00, Complesso di San Severo al Pendino, via Duomo, 286) sul tema Esotico familiare: a confronto Fausta Cialente con Cortile a Cleopatra e Edward Morgan Foster con Passaggio in India. Una straordinaria autrice italiana, oggi dimenticata, racconta della sua infanzia levantina ad Alessandria d'Egitto. Un grande autore inglese, classico in letteratura come al cinema grazie ai film di James Ivory, racconta di una difficile iniziazione alle responsabilità e alle menzogne della vita in India. Due forme di esotismo straniate dall'occhio occidentale, un grande tema che attraversa ormai due secoli e per noi ancora e sempre più attuale: vicino e lontano, indigeno e straniero, noi e gli altri. Letture di Gea Martire.

Infine giovedì 9 giugno 2016 (Sala Marrama Fondazione Banco Napoli, Palazzo Ricca, via Tribunali 213) l'ottava edizione di "Strane Coppie" si conclude con Giuseppe Montesano e Antonio Franchini protagonisti de Il sogno della lentezza. Da un lato la pigrizia patologica e filosofica di Oblomov, celeberrimo protagonista dell'omonimo romanzo di Ivan Goncarov, dall'altro lo scandalo del silenzio in una casa di prostitute narcotizzate per clienti anziani e impotenti, narrato nel capolavoro di Yasunari Kawabata La casa delle belle addormentate. Due protagonisti che narrano del nostro modo di stare al mondo, del bisogno di lentezza che una società troppo veloce distrugge ma anche del sonno della ragione, quello che genera mostri come nei grandi quadri di Goya. Ironia e serietà, per un incontro che promette scandalo e risate e che tratta dell'eterna malattia d'essere vivi. Letture di Orlando Cinque.

I più letti
Torna su
NapoliToday è in caricamento