"Creta", musica e teatro-danza per il Festival del Barocco Napoletano al MANN

Proseguono gli appuntamenti con il Festival del Barocco Napoletano al MANN - Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

L'8 ottobre, la Sala del Toro Farnese del Museo ospiterà "Creta", uno studio di improvvisazione tra musica e teatro-danza con il pianista Gino Giovannelli e la coreografa Alessandra Sorrentino. Introduce la performance Luca Iavarone.

Gino Giovannelli, pianista napoletano di assoluto talento eprotagonista della scena nu jazz partenopea, torna al  Mann al Festival Barocco Napoletano con un nuovo progetto sperimentale. Dall’incontro con la coreografa pompeiana Alessandra Sorrentino, nota per i suoi lavori diriappropriazione dei luoghi attraverso la videoarte, nasceinfatti “Creta”, una performance che unisce musica, teatro e danza attraverso il collante dell’improvvisazione totale. È già la terza volta che il brillante pianista partenopeo siapproccia al tema della “variazione e dell’improvvisazione barocca nel linguaggio moderno”, facendosi portavoce di un ideale filo conduttore che unisce la musica di tutti i secoli.L’improvvisazione è stata sempre pratica comune, fin dalle prime forme di polifonia: era presente nell’accompagnamento delle melodie gregoriane, era fondamento di forme quali  ipreludi, le toccate, le fantasie ed è stata esercizio virtuoso per eccellenza in musicisti come Frescobaldi, Bach, Mozart e Scarlatti. 

Dimenticata per quasi un secolo all’interno della musica colta, l’improvvisazione si  è   sviluppata prepotentemente poi nel jazz, permettendo il costituirsi di un nuovo codice internazionale che è arrivato fino ad oggi. Ma quanti punti di contatto ci sono tra questa pratica e la prassi esecutiva barocca? Moltissimi, e a dar man forte a questa convinzione ci sono artisti internazionali come Cecilia Bartoli che ha dichiarato recentemente: “Il barocco è come il jazz: follia e improvvisazione”. E di una buona dose di follia e  improvvisazione sono provvisti Giovannelli e la Sorrentino, che hanno pensato un progetto site specific per il Mann, concepito per essere agito e interpretato al cospetto del Toro Farnese. “Creta”, per l’appunto, una  parola polisemica, dai tanti significati compresenti: è l’argilla da modellare, simbolo delle infinite possibilità della materia plasmata e riplasmata prima che incontri il fuoco, caos creatore multiforme e imprevedibile come sarà la performance stessa; ma anche luogo minoico per eccellenza, Creta, è richiamo obbligato per questa rappresentazione che rievoca la figura del toro e della lotta sanguinosa. E proprio come in una danza di guerra, che eradetta “danza pirrica”, la Sorrentino si vestirà di πυρρός, di rosso, com’era in uso  fin dalla più lontana antichità in Grecia nei riti propiziatori alle battaglie. Un richiamo antico e non casuale al toro della Grotta di Lascaux (in mostra alMann fino al 31 maggio) e al “Supplizio di Dirce”, come èpiù  comunemente noto il Toro Farnese, la più grande scultura antica ad oggi pervenutaci. Filo  d’Arianna dell'imprevedibile "performance art" sarà la libertà pianistica di Giovannelli, che si librerà tra citazioni di Scarlatti, Bach, Händel, temi estemporanei e, magari chissà, una incursione nella “Fedra” di Paisiello, la  straordinaria opera del Settecento napoletano ambientata proprio a Creta.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Achille Lauro in concerto a Napoli

    • solo domani
    • 24 ottobre 2020
    • Casa della Musica
  • Gianna Nannini in concerto a Napoli

    • 19 novembre 2020
    • Palapartenope
  • Divieto di Swing live al Bourbon Street

    • solo domani
    • Gratis
    • 24 ottobre 2020
    • Bourbon Street

I più visti

  • San Carlo tra Opera, Concerti e Danza: il programma della stagione 2019 - 2020

    • dal 11 dicembre 2019 al 18 novembre 2020
    • Teatro San Carlo
  • Speciale tour alla scoperta del "Ventre di Napoli"

    • dal 27 novembre 2019 al 31 dicembre 2020
    • Punto d'incontro "Dolce e Amaro Caffè"
  • A Capodimonte la mostra "Napoli, Napoli... di lava, porcellana e musica"

    • dal 22 settembre 2019 al 6 aprile 2021
    • Museo e Real Bosco di Capodimonte
  • Estate a Napoli 2020 tra Musica, Teatro, Danza e Mostre: tutti gli eventi in programma

    • dal 15 luglio al 31 ottobre 2020
    • in più luoghi della città
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    NapoliToday è in caricamento