Concerto-registrazione “Festa in casa De Moraes”

Il Teatro cerca Casa, la rassegna di spettacoli itineranti diretta da Manlio Santanelli, il 4 e 5 maggio conquista un nuovo spazio non teatrale, la Splash Recording Studio, per sostenere un progetto speciale, “Festa in casa De Moraes”, che prevede un concerto con registrazione live in studio del CD, dedicato da Carlo Lomanto, Simona Boo e Robertinho Bastos, alla poesia delle canzoni di Vìnicius De Moraes, che ci faranno viaggiare in Brasile con i brani più famosi della sua produzione musicale. 

Partecipando all'evento si diventerà "comproduttori" del disco e si avrà diritto all'acquisto dello stesso ad un costo ridotto.  Nell'occasione del particolare invito rivolto agli ospiti del Teatro cerca Casa, ad accompagnare i tre protagonisti ci saranno anche i musicisti Giulio Martino, Rocco Zaccagnino e Francesca Masciandaro; il concerto di registrazione sarà inoltre impreziosito dalle letture di Paolo Cresta.

«"Festa a casa De Moraes" è soprattutto un invito - questa volta non in un salotto teatrale - che Il Teatro cerca Casa fa alla sua platea d'appartamento, chiamata a sostegno di un lavoro che proprio nella nostra rassegna ha mosso i suoi primi passi e di cui ora vogliamo seguire l'intero percorso. Ci siamo subito entusiasmati di fronte al progetto, diciamo che "La voglia, la pazzia, l'incoscienza e l'allegria" ha contagiato anche noi e speriamo che il nostro pubblico ora faccia lo stesso e risponda numeroso e disponibile, come sempre lo è stato in questi anni, rispetto alle nostre proposte culturali», spiega il direttore artistico del Teatro cerca Casa, Manlio Santanelli.

Lo spettacolo La voglia, la pazzia, l’incoscienza, l’allegria, ha già conquistato il pubblico del Teatro cerca Casa facendolo arrivare in Brasile sulle note di De Moraes, dove alla fine degli anni Cinquanta, il cantante e compositore insieme ad Antonio Carlos Jobim e João Gilberto crea uno stile musicale che avrà un successo planetario: la “Bossa Nova”. Vinicius è l’autore dei testi, Jobim scrive la musica mentre João Gilberto inventa il caratteristico tocco di chitarra che mischia il jazz al samba. «Chega de Saudade», del 1958, è considerata la prima canzone della nuova era, ma la fama mondiale arriva con «Garota de Ipanema» (1964). Il testo di Vinicius, scritto secondo la leggenda in un bar del celebre quartiere di Rio, sorseggiando whisky e guardando le ragazze in cammino verso la spiaggia, verrà tradotto in molte lingue. Jobim lo porterà in America, in duetto con Frank Sinatra, e i versi semplici e romantici di Vinicius diventano la poesia popolare brasiliana. Le sue canzoni sono state interpretate dai più grandi cantanti e musicisti di tutto il mondo. Spesso in Italia negli anni settanta collabora con il poeta Giuseppe Ungaretti ed il cantautore Sergio Endrigo, nel 1976 insieme ad Ornella Vanoni ed al suo fido collaboratore Toquinho incide un Album che entrerà nella storia della musica leggera Italiana: La voglia, la pazzia, l’incoscienza, l’allegria.   

Per assistere agli spettacoli organizzati da Livia Coletta e Ileana Bonadies, è necessaria la prenotazione, attraverso il sito ilteatrocercacasa.it, oppure chiamando al 3343347090 - 081 578 24 60. A chi prenota viene fornito l’indirizzo del padrone di casa che ospita lo spettacolo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • A Capodimonte la mostra "Napoli, Napoli... di lava, porcellana e musica"

    • dal 22 settembre 2019 al 6 aprile 2021
    • Museo e Real Bosco di Capodimonte
  • Tour Napoli Celata: Dal Giardino segreto alla Chiesa del Re maledetto

    • dal 26 gennaio al 31 luglio 2021
    • Napoli
  • Trianon, tutti i concerti e gli spettacoli in programma per la stagione 2020/2021

    • dal 30 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Trianon Viviani
  • Gli Etruschi e il MANN: la grande mostra al Museo Archeologico di Napoli

    • dal 12 giugno 2020 al 31 maggio 2021
    • Mann- Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    NapoliToday è in caricamento