Musiche con gli strumenti del Presepe: Concerto alla Certosa di San Martino

La Certosa e Museo di San Martino in collaborazione con l’Accademia Mandolinistica Napoletana di Mauro Squillante e Leonardo Massa presentano: “Scherza L’Alma Ensemble” che eseguirà musiche della tradizione popolare napoletana dal ’600 al ’900, con gli strumenti del presepe napoletano.

"Questo concerto ha come tema centrale la musica della tradizione popolare, classica e natalizia. L’utilizzo di strumenti antichi, presenti nel Presepe napoletano settecentesco, crea una notevole aspettativa e una cifra espressiva musicale di assoluto prestigio. Il nostro intento è restituire al pubblico suggestioni di tempi ormai passati ma che rappresentano la nostra memoria culturale, e non solo la nostra…" Lello Giulivo

Mauro Squillante Mandolino, Liuto a plettro
Leonardo Massa, Mandoloncello; Calascione
Lorenzo Marino, Chitarra Barocca, Chitarra Battente

con la partecipazione di Lello Giulivo voce.

Il concerto si svolgerà sabato 10 dicembre nel Refettorio della Certosa e sarà preceduto da una visita illustrata al Presepe, alle ore 11, a cura di Ileana Creazzo.
Partecipazione al concerto con il biglietto del museo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • A Capodimonte la mostra "Napoli, Napoli... di lava, porcellana e musica"

    • dal 22 settembre 2019 al 6 aprile 2021
    • Museo e Real Bosco di Capodimonte
  • Tour Napoli Celata: Dal Giardino segreto alla Chiesa del Re maledetto

    • dal 26 gennaio al 31 luglio 2021
    • Napoli
  • Trianon, tutti i concerti e gli spettacoli in programma per la stagione 2020/2021

    • dal 30 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Trianon Viviani
  • Gli Etruschi e il MANN: la grande mostra al Museo Archeologico di Napoli

    • dal 12 giugno 2020 al 31 maggio 2021
    • Mann- Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    NapoliToday è in caricamento