Martedì, 18 Maggio 2021
Eventi

Comunicato post conferenza stampa ALTO FEST 2013

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

CONFERENZA STAMPA

VENERDI' 21 GIUGNO ORE 12:00

STANZA DEL GUSTO

VIA SANTA MARIA DI COSTANTINOPOLI, 100

Anna Gesualdi e Giovanni Trono

TeatrInGestAzione

direzione artistica

Hanno presentato la terza edizione di ALTO FEST

Hanno partecipato gli artisti, i cittadini donatori di spazi, i membri dell'Osservatorio Critico, i partner Teatro Civico 14 e Magnifico Visbaal Teatro.

Si è svolta oggi alle 12:00 presso La Stanza del Gusto la conferenza stampa di presentazione della terza edizione di Alto Fest, festival internzionale d'arti performative e interventi trasversali, che si terrà a partire dal 28 giugno, fino al 7 luglio a Napoli, facendo tappa anche a Caserta e a Benevento.

Hanno presentato Anna Gesualdi e Giovanni Trono. Sono intervenuti alcuni donatori di spazi, in particola Anna Beneduce, ha voluto sottolineare come l'esperienza di ALTO FEST sia innanzitutto un'occasione educativa e di scoperta di una via di fare arte e cultura spesso irraggiungibile ai più. La Beneduce ospita inoltre in residenza creativa i tre artisti che sono stati premiati dall'Osservatorio Critico nella scorsa edizione, presieduto da Silvia Mei (DAMS di Bologna / Culture Teatrali). Claudia Fabris, Serena Gatti e Antonino Talamo sono gli arieti attualmente impegnati nella lavorazione dell'Operappartamento 2013 che verrà aperta al pubblico di ALTO FEST dal 3 al 7 luglio.

Sono stati presentati al pubblico le ventisette proposte internazionali in programma, artisti provenienti dal Libano, dal Kuwait, dalla Spagna, dalla Francia, dalla Serbia, dal Cile, dagli USA, Polonia oltre che dall'Italia e attivi in tutto il mondo. Un programma composto come un paesaggio di minuti atti poetici. Le estetiche che abiteranno i luoghi del festival non mostrano, non mettono in opera una virtuosistica confezione, ma si impegnano a costruire una relazione singolare con ciascuno spettatore. Queste opere vorrebbero portare in dono al proprio pubblico un modo diverso di abitare i propri luoghi quotidiani e la città. Dischiudendo una dimensione di inattesa intimità, esse ci accompagnano a chiederci in maniera imprevista: Cosa vedo? Dove sono?

Il pubblico è invitato ad accostarsi a queste domande senza rispondere troppo rapidamente, senza scivolare subito nell'ovvietà di una risposta oggettiva, senza precludersi la possibilità di cercare un'altra prospettiva.

Alto Fest intende sensibilizzare il territorio alla rinascita culturale, impegnando i cittadini in prima persona. Essi aprono agli artisti e al pubblico l'intimità delle case, la quotidianità del posto di lavoro, la memoria delle cantine, diventando promotori diretti di una cultura attiva fatta negli spazi privati, (appartamenti, terrazzi, cortili, cantine, negozi, laboratori artigianali…) per DARE LUOGO a una riqualificazione umana/urbana, un processo svolto attraverso la sperimentazione di poetiche innovative, che ambiscono a coinvolgere, assieme ai luoghi, il sistema di relazioni che questi luoghi ospitano. Il Festival s'inserisce così nel tessuto urbano più intimo riuscendo a creare un incontro reale tra cittadini e artisti, presupposto indispensabile per costruire una relazione nuova fra cultura e contesto sociale.

TeatrInGestAzione, che cura la direzione artistica del festival, da diversi anni si occupa di creare pratiche artistiche innovative che coinvolgono il territorio locale e artisti internazionali, puntando sulla trasversalità degli interventi, sul rigore estetico, sulla partecipazione diretta dei cittadini ai processi culturali.

ALTO FEST E' UN INVITO AD AGIRE, lo sottolineano i direttori artistici Anna Gesualdi e Giovanni Trono, ricordando come nonostante la crisi, ci sia un valore più grande che riesce a dar forza a iniziative come questa, che fin dal 2011 ha inaugurato un cantiere collettivo di confronto dell'esigenza politica e poetica del proprio fare artistico, di studio delle direzioni e delle potenzialità di un linguaggio nuovo, capace di rifondare la relazione tra pubblico e scena, e di sostenere l'indipendenza creativa e politica della cultura, in tutte le sue declinazioni.


Con ALTO FEST i TeatrInGestAzione Vogliono sollecitare l'iniziativa dei singoli, mobilitare e mobilitarci per DARE LUOGO insieme, artisti, cittadini e pubblico, a una nuova riqualificazione umana/urbana.

ALTO FEST si terrà il 28 e 29 giugno a Caserta, il 30 giugno a Benenvento, dal 3 al 7 luglio a Napoli.

info e prevendite e programma sul sito www.altofest.net

in allegato le foto di Giuseppe De Sena

per gli accrediti stampa

Ufficio Stampa
Alessandra Magnacca
+39 335 822 60 72
press@teatringestazione.com

www.altofest.net

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunicato post conferenza stampa ALTO FEST 2013

NapoliToday è in caricamento