menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Edward Norton: "Amo il cinema grazie a Fellini e De Sica"

L'attore primo ospite internazionale della 41esima edizione del Festival. "L'Italia mi piace molto. Sono stato in vacanza in Sardegna, ma preferisco di gran lunga la Costiera Amalfitana"

È approdato ieri pomeriggio al Giffoni Experience l'attore americano Edward Norton, primo ospite internazionale della 41esima edizione del Festival. Accolto da scroscianti applausi, Norton ha esordito al suo incontro con i giornalisti, spegnendo sul nascere ogni possibile curiosità su The Bourne Legacy, “su cui non c’è ancora nulla da dire”, e su Moonrise Kingdom: “Ho terminato un mese fa di lavorare in Moonrise Kingdom, ma non posso dire nulla riguardo il film: il regista Wes Anderson non ama raccontare i suoi lavori prima che escano e intendo rispettare la sua scelta".

L’attore, tuttavia, promette di tornare in Italia proprio per parlare del film diretto da Anderson. Norton preferisce puntare i riflettori, quindi, sulla mini-serie storica che, pensata già al tempo di Fight Club con Brad Pitt, è stata scritta per la HBO: “La mini-serie racconterà della spedizione del 1800 di Meriwether Lewis e William Clark, due esploratori che, percorrendo coast-to-coast il Mississipi, raggiungono per primi la sponda del Pacifico via terra, modificando profondamente, con il loro viaggio, la geografia e la storia americana", spiega Norton.

Volgendo lo sguardo verso il Bel Paese, l’attore racconta dei film di Fellini e di De Sica che amava guardare da ragazzino, per poi citare De Laurentis, dinanzi alla commozione della moglie e della figlia del noto produttore cinematografico, Martha e Dina, ospiti del Giffoni Film Festival. “Ho lavorato con Dino in occasione di Red Dragon. Era una persona che amava gli artisti e gli dava piena fiducia senza controllare tutto quello che facevano". Norton, oggi, è, invece, pronto a collaborare ancora con Spike Lee: "Basterebbe solo che lui mi facesse una telefonata", ha confessato. Non un caso, ma una scelta, intanto, la sua recente assenza dalla scena: "Come due grandi, Daniel Day-Lewis e Dustin Hoffman, ho deciso di fermarmi un anno per non inflazionare la mia immagine".


Con il suo singolare stile, infine, l’attore ha salutato la stampa, dandole appuntamento alla sua prossima visita in Italia per la quale Norton nutre forte simpatia: “Il vostro Paese mi piace molto. Confesso che, anche se sono stato in vacanza in Sardegna, preferisco di gran lunga la Costiera Amalfitana, anche se forse era il caso di non dirlo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

social

Lotto, estrazione di giovedì 22 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento