rotate-mobile
Eventi

Ciccio Merolla sul palco del Dejavu con Marcello Coleman e Zaira

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Il trio di "Fratamme" è pronto a rivoluzionare il sound del locale di via Campi Flegrei venerdì 27 marzo con il loro travolgente rap

Anche nell'ultimo week-end di marzo, così come a febbraio, si chiuderà con l'esibizione di un big della musica partenopea. Dopo James Senese, mostro sacro che il 28 febbraio ha calcato il palco del Dejavu di Pozzuoli con i Napoli Centrale, sarà la volta dell'esibizione di Ciccio Merolla, accompagnato dalle voci di Zaira e Marcello Coleman, per dar vita a uno spettacolo ricco di sperimentazioni. Venerdì 27 marzo a partire dalle ore 21 ci sarà il concerto del rapper napoletano nel locale di via Campi Flegrei. Il nome di Merolla non passa inosservato, avendo collaborato con nomi di spicco nel panorama musicale partenopeo, come Senese, Bennato, Gragnaniello.
In rap napoletano, Merolla pensa bene a ciò che dice, infatti i suoi testi hanno sempre qualcosa di profondo da raccontare. Le sue percussioni si sposano con ritmi etnici, funky, hip hop e techno, e anche con ritmi sacri e tribali.
In sintesi, quella di venerdì, una serata cadenzata dal ritmo della consapevolezza: tra società, ambiente e cultura.

Intanto, notizia di questi giorni, Ciccio Merolla, il virtuoso delle percussioni, è sempre più nelle vesti di attore. Dopo il successo di Song' e Napoli, film da record, in cui interpretava un boss spietato torna dietro la macchina da presa nei panni di cattivissimo latitante è un cattivissimo latitante. Lo vedremo dal 27 febbraio nella seconda serie di Rexdiretto come il pluripremiato film dai Manetto Bros.

Sul palco, però, porterà con ogni porterà con ogni probabilità i suoi pezzi più famosi come "Pitbull" e "Fratammè", il singolo registrato su etichetta Ghetto Nobile by Jesce Sole, distribuito da Edel. Sul palco del Dejavu il progetto musicale dell'artista partenopeo Ciccio Merolla, che sceglie la durezza del rap per raccontare storie di ordinaria violenza.
"Fratammè" da il nome anche al suo ultimo album, capostipite del genere etno-rap, uno stile che fonde e (con)fonde il rap con la musica etnica, accompagnando il freestyle alla materialità degli strumenti.
Questa la tracklist di "Fratammè": "Arabian Groove", "Fratamme'", (primo singolo in rotazione radiofonica da oggi), "O' Viaggio", "Guerra", "Aggio perso 'e sorde", "O' Pittbull", " L'assessore", "P' O show", "Black Naples", "Doce doce ", "Mostro"e "Fratamme'Rmx".
Dodici tracce in cui Ciccio Merolla tiene insieme le anime del Mediterraneo, il mare nostrum, fatto di popoli, razze, viaggi, speranze e disincanti, uomini di questo tempo alla ricerca di una felicità conquistata spesso a caro prezzo: la dignità. Due i brani puramente strumentali dove l'esperienza ventennale come percussionista emerge in tutta la sua veemenza.
Le sonorità del sud del mondo, viscerali e profonde come l'incessante percuotere a mani nude il tamburo, fanno da sfondo a storie di strada, quella stessa strada che t'insegna a vivere ma purtroppo anche a morire. Musicista dal grande carisma e dal talento indiscutibile, Ciccio Merolla ha cominciato la sua avventura in musica da giovanissimo; a sette anni suonava già le percussioni per i vicoli di Napoli. Oggi è uno dei percussionisti-rapper più accreditati del panorama musicale italiano attivo da ormai vent'anni, dopo l'esordio con i Panoramics nel 1989 è diventato il percussionista di fiducia per buona parte della scena partenopea. Nel 2004 arriva il primo album solista "Nun Pressa' o sole" (Taranta Power/Rai Trade); un disco di sole percussioni, dove i ritmi etnici si sposano con ritmi funky, hip hop e techno. Nel 2008 pubblica il suo secondo album Kokoro e stavolta Merolla si lascia andare anche al canto rap. L'album raccoglie consensi di critica e pubblico, consensi che gli valgono il premio Lunezia nella sezione etno - music. Nel 2009 il brano "Femmena boss" contenuto nell'album Kokoro diviene un videoclip con la regia di Toni D'Angelo premiato alla VI edizione di Roma video clip ed entrato nella playlist di Mtv. Ad aprile sarà poi la volta degli Otto Ohm, la band nata nel 1997 che si esibirà nelle prossime settimane al Dejavu.

Per info e prenotazioni:

Dejavù via Campi Flegrei, 1

081 5265902

www.dejavupozzuoli.com

www.facebook.com/pages/Dejavu-Pozzuoli/

Ufficio stampa e comunicazione

Informanight press office

Info: 333 44 97 638

www.informanight.it

info@informanight.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciccio Merolla sul palco del Dejavu con Marcello Coleman e Zaira

NapoliToday è in caricamento