Capri Hollywood compie 25 anni: l'edizione 2020 è online e gratuita

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    Capri
  • Quando
    Dal 26/12/2020 al 02/01/2021
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni
    Sito web
    caprihollywood.com

“Capri, Hollywood – The International Film Festival” entra nel quarto di secolo della sua straordinaria storia in un anno particolare, a causa dell'emergenza sanitaria globale per la pandemia Covid19.

Evento ponte di consolidato successo tra cinema italiano e americano, “CAPRI, HOLLYWOOD 2020” inaugura, infatti tradizionalmente, la stagione delle premiazioni globali in vista dei Golden Globes e degli Oscars.

Fondato e prodotto sin dalla prima edizione da Pascal Vicedomini, #caprihollywood25 - si terrà, come di consuetudine, dal 26 dicembre al 2 gennaio in formula digitale. Il grande cinema sarà, quindi, ancora una volta protagonista nelle giornate di fine anno tra My Movies (per le proiezioni) ed i Social Media dell’Istituto Capri nel mondo (per incontri, dibattiti e confronti) tra i protagonisti dell’industria nazionale e tanti protagonisti globali.

Nonostante le oggettive difficoltà l’associazione senza scopo di lucro, presieduta da Toni Petruzzi, ha ritenuto doveroso rinnovare la sua missione di promozione dell'arte e dei talenti italiani nel mondo e tenere, anche quest’anno, vivo il dialogo con lo spettacolo internazionale e la sua industria, frutto di un lavoro incessante costruito in tanti anni nel segno dell'Isola azzurra.

La decisione di realizzare il Festival, seppur con una formula dettata dai tempi (ma che consentirà agli appassionati di essere partecipi e protagonisti dalle proprie case), è stata incoraggiata e supportata dai tanti messaggi di auguri ricevuti per i 25 anni dell'evento. Questo percorso lungo ed esaltante sarà ricordato nel corso del festival con tanti contributi e curiosità che rinnoveranno il fascino di Capri, della sua cultura e della sua storia, in attesa di tornare a fare festa sull'isola.

LA FORMULA

I contenuti proposti sulle piattaforme digitali saranno completamente gratuiti, come nello spirito di un Festival inclusivo che ogni anno ha aperto a tutti le sale dell'isola di Tiberio regalando emozioni ed incontri memorabili.

Le Proiezioni saranno fruibili sulla piattaforma ‘My Movies’ mentre i Simposi dell’industria e della cultura e dell’informazione e gli incontri con numerose Star amiche del Festival, italiane e internazionali, potranno essere seguiti grazie ai social Instagram, Facebook e YouTube.

Le Sezioni di CAPRI, HOLLYWOOD 2020 sono le seguenti:

1) ‘Tribute to Gianfranco Rosi' che verrà inaugurata da “Notturno” di Gianfranco Rosi film selezionato per rappresentare l’Italia agli Oscars;
2) ‘A Digital Room With a View’, proiezioni speciali di opere italiane ed internazionali;
3) ‘ Comedy Italian Style’ alcune tra le commedie italiane di maggior successo del 2020;
4) ‘Docu is Beautiful’, opere italiane ed internazionali di approfondimento su tematiche di forte spessore sociale;
5)‘Focus on Rainbow – Colorado Studios’, proiezioni di alcuni dei prodotti di maggior successo della casa di produzione leader nell’animazione italiana
6) Il cinema di Paolo Sorrentino
7) Evviva la carriera di Antonio Capuano
8)Omaggio alla leggenda di Enrico Lucherini
9)Dai libri al grande schermo: Donato Carrisi

E nell’ambito del “Capri Special Contest 2020”

10) “Working Authors” (medio e cortometraggi internazionali)
11) “The Italian Job” (medio e cortometraggi italiani)

Le opere scelte per il “Capri Special Contest” sono state individuate con la collaborazione de “The Artists Club Italia” attraverso la piattaforma Film Freeway a cui si sono iscritti oltre 1600 autori da circa 90 paesi.

FILM D'APERTURA

“Notturno” di Gianfranco Rosi, premiato quale “Miglior Film Europeo dell’Anno” aprirà ufficialmente Capri, Hollywood 2020 sabato 26 dicembre ore 16 sulla piattaforma digitale My Movies. Al termine della proiezione del film seguirà, sui social media del Festival, un Q&A con l’Autore in corsa per la terza volta per la nomination all’Academy Award. Il film di quest’anno, uno sguardo dall'interno sulle zone di guerra e di confine del Medio Oriente, ricomincia dunque da Capri, Hollywood la sua corsa internazionale puntando verso il 9 febbraio 2021, quando sarà definita la short-list che includerà le dieci opere internazionali selezionate dall'AMPAS tra i film straniere. La cinquina sarà poi annunciata il 15 marzo 2021 mentre il vincitore verrà proclamato domenica 25 aprile. Dopo il debutto alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia “Notturno2 è stato apprezzato anche in altri importanti Festival (Toronto, New York, Telluride, Londra, Tokio, Busan, San Paolo, Vienna), nonché dagli Independent Spirit Awards che lo ha già inserito nella Cinquina dei migliori film dell’anno. E anche dalle testate Indiewire e Variety che sostengono la sua possibile doppia partecipazione a agli Oscars 2021 favorendolo anche nella categoria “Migliore documentario dell’anno”.

E per completare l’omaggio a Rosi, “CAPRI, HOLLYWOOD 2020” riproporrà su My Movies anche gli altri due docu-film con cui l’artista è stato alla ribalta mondiale: “Sacro GRA”, “Fuocoammare” e “Below Sea Level”.

CARTELLONE 2020 (aggiornato al 17-XII)

TRIBUTE TO GIANFRANCO ROSI

1) Notturno (100’)
2) Fuocoammare (106’)
3) Sacro GRA (80’)
4) Below Sea Level (110’)

A DIGITAL ROOM WITH A VIEW

1) Critical Thinking di John Leguizamo. Scritto da Dito Montiel (117’)
2) Recon di Robert David Port. Con Franco Nero (95’)
3) Happy Times di Michael Mayer. Scritto da Erri De Luca (93’)
4) Songs of Solomons di Arman Nshanian Porodotto da Nick Vallelonga (100’) Armenia
5) Driveways di Andrew Ahn. Prodotto da Trudie Styler e Celine Rattray (83’) U.K.
6) Red Moon Tide di Lois Patino (84’) Spagna
7) Vagabonds di Philippe Dajoux (108’) Francia
8) Papier Mache di Vitali Suslin (77’) Russia
9) Small Town Wisconsin di Niels Mueller (105’) USA
10) Oliver Black di Tawfik Baba (93’) Marocco
11) Echoes di Tommy Lloren (88’) Spagna
12) Bad Neiborough di Ricardo Jara Herrera (95') Cile
13) Las Gardenias di Federico Ahumada (68') Colombia
14) The Match di Dominik e Jakov Sedlar. Con Armand Assante e Franco Nero (USA) (90’)
15) Waiting For The Barbarians di Ciro Guerra. Con Mark Rylance e Johnny Depp (112’) USA
16) Favolacce di Fabio e Damiamo D’Innocenzo. Con Elio Germano (98’)
17) Padrenostro di Claudio Noce. Con Pierfrancesco Favino (120’)
18) Havana Kyrie di Paolo Consorti. Con Franco Nero (100’)
19) Non Odiare di Mauro Mancini. Con Alessandro Gassman e Sara Serraiocco (96’)
20) The Shift di Alessandro Tonda. Con Adamo Dionisi e Djemel Barek (121’)
21) Guida romantica ai posti perduti di Giorgia Farina (106’)
22) Assindira di Salvatore Mereu (127’)
23) Trash, la leggenda della piramide magica di Luca della Grotta e Francesco Dafano (88’)
24) Il cinema non di ferma di Marco Serafini. Con Maria Grazia Cucinotta, Kaspar Capparoni, Nicolas Vaporidis (96’)
25) Lacci di Daniele Luchetti Con Luigi Lo Cascio, Silvio Orlando, Giovanna Mezzogiorno, Alba Rohrwacher, Laura Morante (100’)
26) Miss Marx di Susanna Nicchiarelli. Con Romola Garai, Patrick Kennedy (107’)
27) Volevo nascondermi di Giorgio Diritti (120’). Con Elio Germano
28) Zombie di Giorgio Diritti (13’)
29) Quasi Natale di Alfredo Coviello Con Silvia D’Amico (87’)
30) Le Eumenidi di Gipo Fasano (70’). Con Valerio Santucci
31) La danza nera di Mauro John Capece con Franco Nero, Daphne Scoccia (116’)
32) L’altra luna di Carlo Chiaramonte (90’). Con Matteo Silvestri
33) Destini di Luciano Luminelli. Con Sebastiano Somma (90’)
34) Istmo di Carlo Fenizi (100’). Con Catherina Shula
35) Exitus il passaggio di Alessandro Bencivenga. Con Giuseppe Cederna (120’)

IL CINEMA DI PAOLO SORRENTINO

1) This Must be the Place di Paolo Sorrentino (118’)
2) La grande bellezza di Paolo Sorrentino (150’)
3) Youth – La giovinezza di Paolo Sorrentino (118’)

EVVIVA LA CARRIERA DI ANTONIO CAPUANO

1) Il buco di testa di Antonio Capuano (95’)
2) Achille Tarallo di Antonio Capuano (103’)

OMAGGIO ALLA LEGGENDA DI ENRICO LUCHERINI

1) Enrico Lucherini – Ne ho fatte di tutti i colori di Marco Spagnoli (75’)
2) Enrico LXXV – Lucherini a Venezia di Antonello Sarno (29’)

COMEDY ITALIAN STYLE

1) Divorzio a Las Vegas di Umberto Riccioni Cateni. Con Giampaolo Morelli, Andrea Delogu e Ricky Memphis (90’)
2) Lockdown all’italiana di Enrico Vanzina. Con Ezio Greggio, Martina Stella, Ricky Memphis (94’)
3) La mia banda suona il pop di Fausto Brizzi. Con Christian De Sica, Massimo Ghini e Angela Finocchiaro (92’)
4) Odio l’estate di Massimo Venier. Con Aldo, Giovanni e Giacomo (110’)
5) La vacanza di Enrico Iannaccone. Con Antonio Folletto, Carla Signoris e Catherine Spaak (98’)

DOCU IS BEAUTIFUL

1) Fandango At The Wall di Varda Bar-Kar. Prodotto da Doug Davis e Kabis Sehgal (92’)
2) Last Call For Tomorrow di Gary Nulll (94’) United States
3) 7 Kibele di Orhan Tekeoglu (57’) Turchia
4) Dear Child di Luca Ammendola (86’) Brazil
5) Fuori era primavera di Gabriele Salvatores (75’)
6) The Rossellinis di Alessandro Rossellini. Con Isabella Rossellini ed altri elementi della grande famiglia Rossellini (100’)

7) La verità su La Dolce vita di Giuseppe Pedersoli (83’)
8) Crocevia di Vanni Gandolfo (60’)
9) Flash – La storia di Giovanni Parisi di Marco Rosson (70’)
10) 90 secondi di Giuseppe Rossi (65’)
11) The Little Moon di Elena Kairyte (26’) – Lituania
12) Bad Neiborough di Ricardo Jara Herrera (95') - Cile
13) Las Gardenias di Federico Ahumada (68') - Colombia

E ancora:

Focus on… RAINBOW – COLORADO STUDIOS

1) Winx Club – Il segreto del regno perduto di Iginio Straffi (95’)
2) Winx Club 3D – Magica avventura di Iginio Straffi (87’)
3) Gladiatori di Roma di Iginio Straffi (95’)

DAI LIBRI AL GRANDE SCHERMO: DONATO CARRISI

4) La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi
5) L’uomo del labirinto di Donato Carrisi

Riguardo al “Capri Special Contest 2020” i titoli selezionati dalla piattaforma Freeway.com (dai circa 1600 lavori giunti da 90 paesi) sono disponibili negli allegati. Questi i nomi dei due gruppi

• “Working Authors” (Cortometraggi internazionali)
• “The Italian Job” (Cortometraggi italiani)

IL GRANDE CINEMA ONLINE

La principale caratteristica che ha reso unico al mondo il festival CAPRI, HOLLYWOOD è di aver messo seduti allo stesso tavolo in maniera informale sin dal 1995 i piu’ grandi players internazionali e tantissimi artisti che successivamente i sono ritrovati a lavorare insieme su progetti nati proprio sull’Isola campana. E anche quest’anno tale opportunità verrà messa a disposizione degli operatori e del pubblico attraverso i canali social dell’Istituto Capri nel mondo.

Instagram, Facebook, Youtube e Zoom saranno le piattaforme su cui si svolgeranno giornalmente:

1) FORUM DELL’INDUSTRIA – per i produttori
2) SIMPOSI DELLO SPETTACOLO – per gli autori
3) FACCIA A FACCIA – con le superstar

Tra le adesioni già confermate: i produttori Jim Gianopulos (Paramonut), Avi Lerner (Millennium), Mark Canton (Atmosphere), Ted Sarandos (Netflix), Jeremy Thomas (JT Entertainment), Alison Owen, Trudie Styler, Patrick Wachsberger (PW Prod) insieme a Gianni Nunnari (Hollywood Gang), Andrea Leone (Leone Film Gorup), Marco Belardi (Lotus), Andrea Iervolino (Iervolino Entertainment), Donatella Palermo (Stemal), Benedetto Habib (Indiana), Mario Gianani (Wild Side), Gianluca Curti (Minerva), Paolo Del Brocco (Rai Cinema), Giampalo Letta (Medusa), Iginio Straffi (Rainbow-Colorado) ed altri. Con loro, i premi Oscar Bille August, Bobby Moresco, Steven Zaillian, Nick Vallelonga, Dante Ferretti, Francesca Lo Schiavo e Alessandro Bertolazzi. Insieme a Terry Gilliam, Armand Assante, Joseph Fiennes, Noa, Amos Gitai, Robert Davi, Sumi Jo e Abel Ferrara. E tanti italiani come Dario Argento, Pupi Avati, Carlo Verdone, Gabriele Salvatores, Matteo Garrone, Mario Martone, Paolo Genovese, Donato Carrisi, Giovanni Veronesi, Maria Sole Tognazzi, Massimiliano Bruno, Eduardo De Angelis, Francesca Archibugi, Ivan Cotroneo, Lina Sastri, Marianna Fontana ed Elisa Amoroso insieme a Salvatore Esposito, Raoul Bova, Marco D’Amore, Alessandro Siani, Maria Grazia Cucinotta, Claudia Gerini, Massimo Boldi, Alessandro Haber, Paolo Ruffini, Francesco di Leva, Martina Stella, Alessandro Preziosi, Pina Turco, e Giorgio Pasotti. E per la musica anche Francesco De Gregori, Zucchero, Edoardo Bennato, Ron, Tullio de Piscopo, Andrea Griminelli, Raf, Amii Stewart, Peppe Servillo, Clementino e tanti altri.

In allegato l’elenco completo degli artisti che stanno già collaborando all’evento avendo inviato un saluto video pubblicato sui Social Media di Capri Hollywood e che si sono resi disponibili a confronti. Il programma degli incontri è in fase di elaborazione.

CAPRI AWARDS 2020

Tra i primi Capri Awards speciali annunciati, in vista della lista definitiva dei Premi che verrà comunicata il 1 gennaio 2021:

Notturno – Capri European Award 2020
Tony Renis – Capri Legend Award
Enrico Lucherini – Capri Legend Award
Antonio Capuano – Capri Award alla carriera
Pietro Castellitto – Italian Film-maker 2020
The Rossellinis – Capri Cult Award
La verità su La dolce vita – Capri Cult Award
“Puffins” (short collection) – Capri Kids Global Icon

L’ORGANIZZAZIONE

 Come per il passato, il Festival si avvale del sostegno del Mibact (Dg Cinema e Audiovisivo) e della Regione Campania. E del patrocinio della Città di Capri, del Comune di Anacapri, della Croce Rossa Italiana e del Nuovo Imaie. Con la partecipazione di Isaia, Pegaso Università Telematica, Terna e Intesa Sanpaolo, che contribuisce da anni alla realizzazione del festival e che quest’anno sarà Special Partner di entrambe le manifestazioni. Con la sponsorizzazione di “Capri Hollywood”, in particolare, Intesa Sanpaolo conferma lo storico affiancamento al settore delle produzioni audiovisive nell’ambito di un progetto complessivo di supporto al mondo dell’arte, della cultura e dello spettacolo connaturato all’attività del Gruppo.

Prodotto dall’associazione Istituto Capri nel mondo (presidente Antonio Lorusso Petruzzi) CAPRI, HOLLYWOOD 2020 è realizzato con la supervisione scientifica di assolute eccellenze del mondo dello spettacolo a cominciare dalla chairperson onoraria Lina Wertmüller, il presidente onorario Tony Renis ed un board internazionale che include i produttori Mark Canton (USA), Aurelio De Laurentiis e Marina Cicogna; i registi Bille August, Bobby Moresco, Nick Vallelonga, Michael Radford, Terry Gilliam, Shekhar Kapur, Mimmo Calopresti; gli attori Franco Nero e Vanessa Redgrave; gli scenografi Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, gli sceneggiatori Enrico Vanzina ed Andrea Purgatori; i make-up artists Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini, e le icone della musica Peppino di Capri e Noa (presidente in carica del Festival).
 
LA STORIA

L’Istituto Capri Nel Mondo, che organizza il festival di fine anno, è stato fondato a settembre 1995 da Antonio Lorusso Petruzzi e da Vicedomini (segretario generale). Negli anni producendo prima Washington, Italia poi con Los Angeles, Italia – Film, Fashion and Art Festival” (dal 2006) nella settimana degli Oscar al Teatro Cinese di Hollywood, il legame tra Capri e il cinema Usa si è fatto sempre più forte. Lo scorso anno (2019) sono stati due gli straordinari obiettivi centrati: l’Oscar alla carriera e la Stella sulla Hollywood Walk of Fame per la presidentessa onoraria del Festival, la leggendaria regista Lina Wertmuller. Precedentemente l'Istituto aveva lavorato attivamente per la Stella a Bernardo Bertolucci e Andrea Bocelli (2008 e nel 2010) e per l’Oscar e la Stella ad Ennio Morricone (2016).

In 24 edizioni, CAPRI, HOLLYWOOD si è affermato nel mondo come un viatico per la promozione del cinema italiano nel mondo, del cinema mondiale in Italia ma soprattutto di tappa fondamentale nella corsa agli Oscars. In questo segmento, il primo artista a beneficiare di ciò fu l’attore australiano Geoffrey Rush che nel 1996 sbarcò sull’isola con “Shine” per poi salire sul palco degli Academy Award e ritirare l’ambita statuetta.

Tra gli altri artisti che hanno riconosciuto l’effetto benefico di Capri figurano gli attori Geoffrey Rush a Cari nel 1996 e vincitore dell’Oscar nel 1997 (“Shine”), Forest Whitaker a Capri nel 2006 e vincitore dell’Oscar 2007 (“The Last King of Scotland”), Melissa Leo a Capri nel 2009 e vincitrice dell’Oscar 2010 (“The Fighter”), gli scenografi Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo a Capri nel 2004 vincitori nel 2005 (“The Aviator”), i registi Michel Hazanavicius (“The Artist”) e Paveł Pawlikowski (“Ida”), i costumisti Sandy Powell, Alexandra Byrne e Michael O’Connor. Molti anche gli attori nominati ai Golden Globes e agli Oscars dopo il passaggio nel Golfo di Napoli, a cominciare da Jennifer Jason Leigh (a Capri con “The Eightful Eight” di Quentin Tarantino), Michael Fassbender (“Shame”), Andrew Garfield (“The Social Network”), Lee Daniels e Mariah Carey (Precious), Berenice Bejo (“The Artist”), Naomie Harris (“Mandela”), Idris Elba (“Beasts of No Nation”), Rinko Kikuchi (“Babel”), Amy Adams (“Gone Baby Gone”) e il regista David O. Russell (“American Hustle”). Ultimissimi talenti venuti alla ribalta mondiale dopo il Capri Award: il regista americano Cary J. Fukunaga e l’attrice inglese Lashana Lynch entrambi colonne portanti dell'ultimo film della saga 007. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

I più visti

  • A Capodimonte la mostra "Napoli, Napoli... di lava, porcellana e musica"

    • dal 22 settembre 2019 al 6 aprile 2021
    • Museo e Real Bosco di Capodimonte
  • Ghost Tour, percorso notturno tra i luoghi più infestati del centro antico di Napoli

    • dal 24 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Centro antico Napoli
  • "Napoli Liberty. N'aria 'e primmavera" in mostra a Palazzo Zevallos Stigliano

    • dal 25 settembre 2020 al 24 gennaio 2021
    • Gallerie d’Italia - Palazzo Zevallos Stigliano
  • Un tour virtuale al Palazzo delle Arti con Napoli Expò Art Polis 2020

    • Gratis
    • dal 25 luglio 2020 al 31 gennaio 2021
    • Palazzo delle Arti
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    NapoliToday è in caricamento