rotate-mobile
Eventi

Capille luonghe, il brano di Capone & BungtBangt in memoria di Masha Amini e tutte le donne vittime di violenza

Il nuovo singolo - che anticipa l'album in uscita nell'autunno prossimo - è un testo struggente scritto per mantenere viva l'attenzione sulle violenze di cui sono vittime le donne iraniane

E' una canzone d'amore il nuovo singolo “Capille luonghe” di Capone & BungtBangt che anticipa l'album in uscita nell'autunno prossimo. Il pubblico e gli addetti ai lavori identificano la storica formazione napoletana, che dal 1999 ha portato alla ribalta nazionale ed internazionale la musica fatta con strumenti ricavati da materiali riciclati, come una band fondamentalmente percussiva ed estremamente energetica, cosa vera ma non esaustiva. 

La creatività di Maurizio Capone e compagni sorprende anche questa volta con una canzone sentimentale, con un testo struggente scritto per mantenere viva l'attenzione sulle violenze di cui sono vittime le donne iraniane.

Capille luonghe è dedicata a Mahsa Amini, la giovane ventiduenne di Teheran morta a causa delle violente percosse subite da parte della polizia morale iraniana. 

“Ci sono cose che non possono essere ignorate” questo afferma, da sempre, Maurizio Capone che negli oltre quarant'anni di carriera ha scritto testi significativi, come quando nel 1985 con i 666 compose la prima canzone mai scritta da artisti campani contro la camorra dedicandola a Giancarlo Siani ucciso pochi mesi prima. 

Le canzoni melodiche si sono sempre intrecciate con quelle di ritmo ed l’energia ma quando viene fuori la vena sentimentale è sempre emozionante e priva di retorica come in questo caso dove l'ingiustizia ed il dolore per la vita persa da una giovane donna viene trasformato in potenti immagini di libertà come baciarsi in pubblico, camminare per strada mano nella mano ed sentirsi libere di poter sciogliere i propri lunghi capelli nel vento, da cui il titolo Capille luonghe.

Il brano è stato ascoltato in anteprima assoluta a Viva Rai2 condotto da Fiorello che non manca mai di invitare Capone & BungtBangt nei suoi programmi.
La copertina del brano è un'opera della street artist CASSANDRA.PARLA.

Il Video, con la regia di Alessandro Frè Freschi, volutamente vira verso la semplicità di un gesto forte e provocatorio già adottato dal movimento Donne, Vita e Libertà, cioè lo svelamento del capo da parte di tante donne che hanno risposto ad una call pubblica lanciata sui social di Capone & BungtBangt. 
Ci sono donne di diverse provenienze che hanno voluto testimoniare il loro dissenso nei confronti della condizione delle donne iraniane e più in generale verso quella delle donne vittime di discriminazioni in tutti i continenti.
Alcune di loro sono artiste note al pubblico: Cristina Donadio, Meg, Monica Sarnelli e Francesca Andreano, Fabiana Martone (Nu Genea), Assia Fiorillo, Libera Velo, Serena Licalzi che si sono unite a tante altre donne che semplicemente hanno voluto testimoniare solidarietà con la loro presenza. Unica figura maschile Gianni Simioli che fin da subito ha sostenuto questo progetto e lanciato la call anche dal suo programma radio.

Questa intensità di volti ed espressioni rende emozionante il video, nel quale Capone & BungtBangt si inseriscono in punta di piedi. Un backstage intimo con Capone spesso seduto a cantare in modo intenso come è giusto che sia per un argomento cosi delicato e doloroso.
Capille Luonghe è un brano romantico, malinconico ed era necessario trasmettere anche nel video questa dimensione nella speranza di accendere una luce permanente sulle donne e sulla loro condizione in Iran e nel resto del mondo, Italia inclusa.

Le riprese di Capone & BungtBangt sono state fatte all'Innerwood Music Mansion.

Al video hanno partecipato (in ordine alfabetico):
Alessia Brancaccio (docente), Alessia Palmiero (danzatrice), Anna di Micco (danzatrice), Antonella De Cesare (speaker), Assia Fiorillo (cantautrice), Biancamaria Zarone (docente), Brunella Altieri (docente), Cristina Donadio (attrice), Chiara Della Noce (studentessa), Elckjaer Franco Bono (danzatrice), Fabiana Martone (cantante), Francesca Andreano (cantante), Francesca Zazzera (maestra), Gianni Simioli (speaker), Ilenia Palmiero (danzatrice), Laura Catalano (studentessa), Libera Velo (cantante), Luisa Vinaccia (studentessa), Martina Pignataro (mamma), Maura Messina (art designer), Meg (cantante),  Monica Sarnelli (cantante),  Nadia Respino (danzatrice), Patty Fusco (danzatrice), Piera Montella (docente), Rosa Davino (artista), Rosy Baldassarre (docente),  Serena Licalzi (speaker).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capille luonghe, il brano di Capone & BungtBangt in memoria di Masha Amini e tutte le donne vittime di violenza

NapoliToday è in caricamento